Ricerca: venti milioni di euro d'indotto grazie alla Champions per Milano

San Siro tramonto

La neonata Camera di Commercio di Monza e Brianza fa i conti in tasca al sistema Champions all'indomani di Milan-Manchester United. Per me la serata di Coppa Campioni, come si chiamava una volta, a Milano con lo stadio di San Siro pronto ad accogliere i suoi ospiti, vuol dire solo incontrare inglesi/spagnoli in centro o sui tram diretti al Meazza. In genere i tifosi sono riconoscibili grazie ai cori in lingua straniera e soprattutto alle magliette con i colori delle loro squadre che ostentano orgogliosamente a una città un po' distratta. Arrivano, bevono, salgono sui mezzi, guardano la partita, dormono e ripartono il giorno dopo.

Pensavo che la cosa finisse lì, un turismo mordi e fuggi senza particolari ricadute sul territorio. Invece la ricerca della Camera di Commercio sostiene che una settimana di Champions, quella che si è aperta ieri e finisce il 24 con l'Inter, "vale" 20 milioni di euro. Non vi sembra un'enormità? Capisco che le tifoserie delle due squadre milanesi siano composte, oramai da anni, da supporter di tutta Italia ma davvero chi assiste a una partita di coppa si ferma a Milano e dintorni da incidere in modo così determinante sull'economia lombarda?

La ricerca nel dettaglio ripartisce i ricavi in questo modo: un terzo dallo shopping, un terzo dalla ristorazione e un terzo dalla sistemazione in albergo. Voi cosa ne pensate?

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: