Milano è la città in cui si pagano più multe

170 euro di multe l'anno per ogni patente in circolazione.

Un primato che non scalderà l'orgoglio meneghino: Milano è la città d'Italia in cui si pagano più multe. Per la precisione, si pagano 170,5 euro ogni anno per ogni patente in circolazione. Record nazionale e maggiori incassi in proporzione ad abitanti e dimensioni. I dati arrivano direttamente dal ministero dei Trasporti, ma in un certo senso sono comunque falsati. Per quale ragione? Il fatto è che non si calcola che oltre la metà delle multe non vengono prese da milanesi, ma dai cosiddetti "city users", in italiano: i pendolari. Quelli che predono la macchina, arrivano a Milano per lavorare (e per prendere qualche multa) e a fine giornata tornano a casa.

Resta il fatto che nel 2013 Milano ha incassato oltre 132 milioni di euro, il 60% dei soldi arrivati "grazie" alle telecamere installate sulle strade. Insomma, il comune incassa tantissimo, ma il costo "per milanese" dev'essere dimezzato. In più, sottolineano da Palazzo Marino, molti dei soldi incassati arrivano dal recupero di vecchie multe mai pagate, su cui l'amministrazione ha puntato parecchio per far tornare in ordine i conti.

All'opposizione la vedono diversamente: Forza Italia denuncia una "furia ideologica" contro le macchine (pensando forse anche al futuro limite di velocità in centro); la Lega Nord parla di scippo ai danni dei cittadini, perpetrato non per ragioni di sicurezza, ma solo per fare cassa. Secondo l'assessore Granelli, invece, questi controlli hanno fatto scendere gli incidenti del 25% negli ultimi due anni.

Per il 2014, tra l'altro, si prevedono 32 milioni di euro di incassi in più. Grazie alle nuove telecamere per le ztl, grazie ai nuovi autovelox. Ma gli incassi in più previsti (che sono direttamente legati alle multe in più comminate) si scontreranno con la crescente morosità, che potrebbe paradossalmente portare a un calo del 7% degli introiti sotto la voce multe. Oltre che per la possibilità di pagare una multa fortemente ridotta se la si paga entro cinque giorni.

Vigili urbani al lavoro

  • shares
  • +1
  • Mail