Milano archeologica - il battistero di San Giovanni alle Fonti

San Giovanni alle Fonti Milano

Sotto Milano giace un'altra città, la Milano archeologica, che sarebbe un peccato ignorare. Spesso scomparsa a vantaggio delle strutture che vediamo oggi, il Palazzo della Borsa ad esempio nasconde i resti del teatro romano, ci riportano a un'immagine di Mediolanum molto diversa da quella attuale. In piazza Duomo in particolare sorgevano non una ma tre basiliche e due battisteri. A dicembre 2009 l'area archeologica del battistero di San Giovanni alle Fonti è stata riaperta al pubblico e siamo andati a dare un'occhiata.

La piazza attuale dove camminiamo è sopraelevata rispetto al livello del suolo originario di ben quattro metri; il battistero si trova nello specifico a meno tre metri, per questo lo troviamo "in metropolitana" dove è presente un'uscita di sicurezza. All'area si accede dal Duomo, acquistando il biglietto – 4€, orari 9:30/17:30 – appena entrati, poi girando le spalle all'altare si trovano le scale che portano all'ingresso. Il percorso inizia con quattro pannelli esplicativi sulla storia della piazza. Il battistero, di epoca posteriore all'imperatore Valente (364-378), fu probabilmente voluto da sant'Ambrogio in persona.

San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto

Si accede al battistero di San Giovanni girandogli intorno anche se purtroppo dell'alzato rimane molto poco, la struttura venne sacrificata allorquando si mise mano al cantiere del Duomo nel XIV secolo. La forma ottagonale che richiama alla resurrezione cristiana caratterizza la vasca centrale, profonda 80 centimetri e larga più di 5 metri, il battesimo avveniva anticamente per immersione, che è la principale attrattiva di questo luogo insieme al silenzio e alla pace che potete trovarci. Fa impressione guardare in alto e immaginare le decine di persone che passeggiano ignare sopra le nostre teste.

San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto

Rimangono resti della pavimentazione in opus sectile e un frammento di affresco del XII secolo. Le tessere dei mosaici che dovevano ornare la volta del battistero sono visibili in alcune vetrinette insieme a monete, gioielli e altri reperti rinvenuti durante gli scavi: San Giovanni alle Fonti doveva essere un luogo magnifico che la sistemazione attuale riesce, con i suoi limiti perché sempre di rovine si tratta, a valorizzare. Concludono la visita le tracce della basilica di Santa Tecla, perdute durante i lavori per la Linea Rossa della metropolitana negli anni Sessanta, di cui sopravvive la zona absidale.

San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto
San Giovanni alle Fonti - le foto

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: