Expo 2015: 200.000 euro per un torneo di calcetto

Polemiche anche sulla gara d'appalto, cui ha partecipato una sola azienda

185.500 euro iva esclusa, è questo il prezzo pagato dalla Regione Lombardia, e quindi dai contribuenti lombardi, per l'Expo Champions Tour, il torneo di calcetto itinerante organizzato per promuovere Expo 2015. Lo si scopre oggi grazie a un'interrogazione del Movimento 5 Stelle, che ha ottenuto dalla direzione generale dell’assessorato regionale allo Sport le cifre ufficiali della manifestazione.

Ma, a parte i costi in sé, a finire nella bufera è anche la modalità di assegnazione dell'appalto. Appalto vinto dal Gruppo FMA, che è stato anche l'unico a partecipare alla gara, nonostante fossero stati invitati 14 marchi specializzati in organizzazione di convegni e fiere. Il torneo calcistico voluto fortemente dal governatore Roberto Maroni è cominciato lo scorso 23 giugno, "benedetto" dallo stesso presidente della Regione che ha dato il calcio d'inizio. 48 squadre amatoriali locali sfideranno la squadra di calcetto di Regione Lombardia in 12 mini tornei articolati in 12 tappe nelle località turistiche lombarde.

Il M5S denuncia che nel torneo "l'Expo è solo nel nome" e aggiunge

“La pratica sportiva rappresenta un elemento essenziale allo sviluppo del tema Expo 2015” si legge sul sito ufficiale della manifestazione (http://goo.gl/etovBU), peccato che il tema di Expo sia: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Ma, si sa, sotto il cappello di Expo ci hanno fatto stare di tutto dalla corruzione, agli appalti truccati, al consumo di suolo e di certo ci puo’ stare anche un ‘innocuo’ torneo di calcetto amatoriale.
Assomiglia tutto molto a quei tornei che si organizzano tra amici: si sta insieme, ci si diverte, si parla di Expo e si esaltano i valori dello sport. Peccato che ai cittadini lombardi il tutto costerà ben 200 mila euro come rilevato da un accesso agli atti chiesto dal Movimento 5 Stelle della Lombardia.

Polemiche anche sul criterio con il quale è stata scelta l’agenzia che ha organizzato il torneo: la stessa commissione di valutazione che ha affidato l’appalto ha attribuito un punteggio molto basso al vincitore (6 su 20) come scritto nel verbale della seduta riservata del 12 giugno. Non lesinando critiche sul logo della manifestazione (da rifare) e lamentando «l’assenza di materiale o gadget per favorire la presenza di pubblico, nonostante questo particolare fosse stato richiesto».

Opportunità di lavoro Expo 2015

  • shares
  • +1
  • Mail