Il nuovo regolamento di Milano sugli animali

E i cani potranno entrare in Chiesa.

Cambiano le regole nei confronti degli animali a Milano. E se prima il principio era "tutelare l'uomo dagli animali", ora il punto è "tutelare tutti". Ci vorrà però ancora del tempo perché le nuove disposizioni prendano piede, visto che il tutto per il momento è solo sotto forma di bozza, deve essere ancora vagliato dai consigli di zona, arriverà a ottobre in consiglio comunale e insomma ci si attenda che non sia definitivo prima di Natale.

Ma che cosa c'è scritto in questa bozza? Quali sono i punti principali? Tra i tanti, troviamo elementi di pura civiltà come il divieto alle rappresentazioni circensi con animali - anche se è da vedere la fattibilità di questo divieto, visto che la legge lo consente - il divieto a tenere aragoste vive in ghiacciaia al ristorante e altri ancora come il divieto di vendere petardi e fuochi d'artificio particolarmente rumorosi e l'obbligo ad avere negli acquari almeno due pesciolini rossi (che sono animali sociali e da soli soffrono).

Le novità principali, però, riguardano cani e gatti. Nei confronti dei quali si cerca di aumentare il più possibile diritti e premure. I cani, per esempio, potranno entrare in tutti i punti di pubblico accesso. Niente più "io qui non posso entrare" affisso su ristoranti, bar e quant'altro (magari si farà un'eccezione per i negozi di alimentari). Potranno arrivare anche a bordo piscina, entrare negli uffici pubblici e addirittura in Chiesa. Ecco, questo è un punto sul quale potrebbe sollevarsi un polverone, anche se dalla Curia milanese fanno sapere di non avere particolari problemi, purché siano di piccola taglia e non aggressivi. "Ci fidiamo del buon senso". D'altra parte nessuno entrerebbe in chiesa con un pitbull pronto a lanciarsi contro il prete, o no? La tutela per i cani arriva fino al punto di dare la possibilità alle forze dell'ordine di sequestrare i cani utilizzati per impietosire e fare l'elemosina. Arma a doppio taglio, visto che non sempre il rapporto tra padre e cane, in quei casi, è di semplice sfruttamento (ed è comunque meglio vivere così che in un canile). Si confida nel buon senso, anche in questo caso.

Novità anche per i gatti, principalmente una: nei punti in cui ci sono colonie note di gatti randagi verranno applicati dei dossi sulle strade, in modo da obbligare le auto a rallentare e impedire quanto più possibile che gli animali vengano investiti.

'Hector and the Search for Happiness' Participates in Best Friends Animal Society's Strut Your Mutt

  • shares
  • +1
  • Mail