Nuovi Skatepark a Milano: ecco dove sono

Al via un nuovo impianto per skaters Milano sotto il cavalcavia di viale del Ghisallo e sotto il ponte di Rubattino. Riqualificazione invece per il bowl di Gratosoglio.

Non è una novità che gli skatepark a Milano non siano né numerosi né, quasi sempre, molto ben tenuti; per gli appassionati della disciplina arriva però qualche buona nuova: il Comune ha dato via ai bandi per la creazione di due nuovi skatepark e per la riqualificazione di un terzo. Dei tre progetti il più importante sembra essere quello per la creazione di un nuovo impianto per gli skater sotto il cavalcavia del Ghisallo, all'angolo con viale Certosa.

Oggi sotto il cavalcavia del Ghisallo, periferia nord di Milano, non c'è nulla. All'angolo con viale Certosa, tra i piloni in cemento datati anni '60, il Comune è proprietario di 1.758 metri quadri totalmente in abbandono, utilizzati, nel migliore dei casi, come parcheggio. Ma la sopraelevata, come in tanti altri non-luoghi della città, ha un vantaggio: la sua pancia, vista dal basso, si trasforma in un gigantesco tetto. E allora perché non pensare, come succede in tante altre città del mondo, di utilizzarla in modo diverso? L'amministrazione, accogliendo una richiesta della zona, ha dato così il via libera all'iter per trasformare 2mila metri quadri di nulla nel primo skate-park coperto della città. "Skate, mountain bike, roller, parkour, le nuove generazioni chiedono spazi per gli sport urbani, ormai popolarissimi - afferma Chiara Bisconti, assessora allo Sport e Tempo Libero - La città offre ancora poco ma potenzialmente è ricchissima di luoghi che vanno solo ripensati".

Ancora non si sa con precisione quando saranno completati i lavori, quello che invece si sa è che questo impianto non sarà l'unica novità: il progetto nel quartiere Gratosoglio prevede la riqualificazione della bowl con materiale e design innovativi, mentre sotto il ponte di Rubattino nascerà un nuovo skatepark, anche in questo caso approfittando della pancia del ponte e seguendo quindi l'esempio di molte delle capitali europee. E considerando come sono oggi ridotti questi "non luoghi", la notizia è certamente molto positiva.

Il tutto rientra in un'idea generale dell'amministrazione Pisapia, che prova ad avvicinare la città agli sport giovanili (skate, basket, bmx, parkour e tutto quanto si pratica principalmente all'aperto). Per questo, è nata anche la mappa Milano palestra a cielo aperto, dove potete trovare indicazioni su tutti i campetti e non che disseminano la città.

skatepark-lambro-620x350

Foto | Lambroskatepark.it

  • shares
  • +1
  • Mail