Elezioni Comunali Milano 2016: Antonio Di Pietro si candida a sindaco

Il fondatore dell'Italia dei Valori prova a tornare in pista. Ma con quale partito?

Antonio Di Pietro si candida a sindaco di Milano per le elezioni comunali del 2016. Non è un'indiscrezione, non è un rumor e non è nemmeno uno scherzo: il fondatore dell'Italia dei Valori (partito che ha abbandonato nei primi giorni dell'ottobre 2014) l'ha detto esplicitamente: "Quando dico che voglio diventare sindaco di Milano, non parlo tanto per aprire la bocca", riporta per esempio L'Espresso. Ma è una scelta sensata? Su una candidatura di questo tipo pesano tantissime incognite, la prima è anche la più ovvia: Di Pietro non è di Milano, non è lombardo, è molisano con i natali a Montenero di Bisaccia, provincia di Campobasso, quasi 700 chilometri dalla Madonnina.

Non che sia necessario essere milanese per candidarsi a sindaco di Milano, ma si sa che la natalità è un requisito più che gradito, per ragioni abbastanza ovvie. E infatti sono milanesi doc tutti gli aspiranti sindaco nelle elezioni comunali del 2016: è milanese Giuliano Pisapia, lo sono anche Matteo Salvini e Maurizio Lupi. Detto questo, va da sé che un legame tra Di Pietro e Milano esiste ed è abbastanza forte, dal momento che l'ex leader Idv fu parte per anni del pool di Milano che indagò su Tangentopoli.

Ma è sufficiente un legame del genere per poter essere un valido candidato alla carica? Lo decideranno gli elettori, evidentemente. Anche se per il momento si segnala la bocciatura nel "test di milanese" a cui Antonio Di Pietro è stato sottoposto da Lo Schiaffo, trasmissione di Class Tv. Facendo figuracce pessime, dal momento che non ha riconosciuto nemmeno il biscione come simbolo di Milano e per quanto riguarda la scrofa semilanuta se n'è uscito con un "ma che c'azzecca?".

Seconda incognita, ma avendo lasciato l'Italia dei Valori, con quale partito ha intenzione di candidarsi Antonio Di Pietro? Qualcuno ha vociferato una candidatura in seno al Movimento 5 Stelle, ma si sa che per statuto nessun candidato M5S può avere precedenti esperienze politiche; è facile quindi pensare che Di Pietro darà vita a una lista civica con il suo nome. Prima, però, è necessario un bel ripasso di storia e cultura milanese.

antonio-di-pietro1

  • shares
  • +1
  • Mail