Tassisti a Milano: tutti in divisa per l'Expo 2015?

tassisti milano diviseSe vi dicessi che c'è un protocollo d'intesa tra Comune di Milano e associazioni di categoria dei tassisti, che prevede un per ora non meglio precisato "marchio di fabbrica" che renda auto e guidatori meneghini distinguibili e unici nello scenario tassistico italico, cosa pensereste? Io ho pensato a una statuina del Duomo sul cofano, in puro stile "Spirit of Ecstasy", la leggendaria Emily che dal 1911 fende il vento sulle Rolls Royce.

Fortunatamente, la soluzione non sarà pacchiana come me la sono immaginata: si parla di divise per i tassisti milanesi, magari con il logo dell'Expo 2015, ma anche e soprattutto di corsi di lingua inglese per i guidatori - e questa mi sembra un'ottima idea - e di qualche incentivo per il rinnovo del parco macchine dei taxi milanesi, che già ora non mi sembra vetusto, vedo in pratica solo Toyota Prius in giro, ma magari è una mia impressione.

Nelle prossime settimane il Comune farà partire un concorso - si parla anche di un unico modello di auto (ma questa la vedo onestamente complicata) - e raccoglierà qualche idea. Per ora, le associazioni di categorie si dividono tra favorevoli con cautela, e contrarie. Leggo oggi sul Corriere cosa ne pensa Giovanni Maggiolo, dell'associazione di categoria Unica,

Invece di parlare dei problemi reali ci perdiamo dietro a queste sciocchezze (...) chiediamo da anni di mettere una scritta luminosa sul tetto, che segnali se l'auto è occupata o è libera. Non ci hanno mai risposto

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: