Milano: condannati per violazione della privacy tre responsabili di Google



Chi, come il sottoscritto, credeva che la giustizia di Milano avesse dimostrato con l’avvio delle indagini riguardanti i preti pedofili italiani quel tanto di modernità che ad un paese, nel 2010, si richiede dovrà ricredersi.

A Milano sono stati condannati, per violazione della privacy, tre responsabili di Google a causa di un video caricato nella sezione apposita riguardante degli atti di bullismo ai danni di uno studente disabile.

“Non esiste la sconfinata prateria di internet dove tutto è permesso e niente è vietato. Esistono - ha precisato il giudice Oscar Magi - leggi che codificano comportamenti e che creano degli obblighi; obblighi che, ove non rispettati, conducono al riconoscimento di una penale responsabilità”.

La condanna è stata fortemente criticata dall’ambasciatore statunitense secondo il quale il principio fondamentale della libertà di internet è vitale per le democrazie.

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: