A Milano pioggia di ricorsi contro le multe dell'autovelox

Il punto sta tutto nel ritardo con cui l'infrazione viene notificata.

Avete ricevuto a casa una multa presa con l'autovelox? Di quelle in cui sulla multa che vi recapitano è segnalato dove vedere, sul sito del Comune, la foto della vostra auto mentre commette l'infrazione contestata? Se è così, allora è molto probabile che quella multa non dobbiate pagarla (però prima bisogna fare ricorso, la cosa non è automatica).

Com'è possibile? Il fatto è che Milano è stata invasa da una e vera propria pioggia di multe, in seguito all'installazione di sette nuove telecamere nel marzo di quest'anno (a cui se ne aggiungeranno altre dieci l'anno prossimo). Pioggia di multe che causa ritardi negli accertamenti e quindi nell'invio delle lettere a casa. Il codice della strada, però, prevedeva che la notifica delle infrazioni debba essere fatta entro 150 giorni, vale a dire cinque mesi, un termine che è stato accorciato dalla legge 120 del 2010, secondo la quale i giorni a disposizione della polizia sono solo 90.

Ma a partire da quando comincia il conto alla rovescia? A partire da quando l'infrazione viene ripresa o a partire dal momento in cui l'agente vede l'immagine della infrazione e fa partire la sanzione? Facciamo un caso pratico: avete commesso un'infrazione il 20 giugno. Ricevete a casa la lettera il 20 ottobre e sulla lettera c'è scritto che l'agente ha visionato la vostra infrazione il 5 ottobre. I giorni da prendere in considerazione sono i 120 che passano da quando è stata scattata la foto o i 15 che sono passati da quando l'agente ha comminato la multa e voi l'avete ricevuta a casa? Ciò che dovete fare, quindi, è guardare la data in cui è stata scattata la foto e fare il conto dei giorni passati rispetto a quando avete ricevuto la multa.

A giudicare dalla pioggia di ricorsi vinti, l'interpretazione che si sta affermando è quella secondo la quale conta il giorno in cui è stata scattata la foto. Per cui una marea di milanesi multati non stanno pagando le multe, ma facendo ricorso nel momento stesso in cui la ricevono a casa. "Così viene meno il valore educativo della multa", sospirano dagli uffici della Polizia Locale. Verissimo, ma se c'è una scappatoia non si può pretendere che i cittadini non ne approfittino, bisogna soltanto correre ai ripari quanto prima.

autovelox

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: