Il Bosco Verticale è il grattacielo più bello del mondo

Almeno secondo l’International Highrise Award 2014 del museo d'architettura di Francoforte.

Il Bosco Verticale è il grattacielo più bello del mondo, il premio è stato conferito dalla giuria dell'International Highrise Awards 2014 del Museo di Architettura di Francoforte e rappresenta una seconda bella soddisfazione per il suo ideatore Stefano Boeri, pochi giorno dopo l'inaugurazione dello stesso. Uno dei simboli del quartiere di Porta Nuova che sta sorgendo ha così sconfitto i "rivali": De Rotterdam (Rem Koolhaas); il One Central Park di Sydney e il Renaissance Barcelona Fiera Hotel (Jean Nouvel) e il complesso Sliced Porosity Block di Chengdu (Steven Holl).

Il premio è riservato a quei progetti che raggiungano almeno i 100 metri di altezza e che siano stati terminati da non più di due anni. Cosa che non restringe di molto il campo delle contendenti, visto che a venir presi in considerazione sono stati 800 edifici. Tra i criteri seguiti, la sostenibilità, design e qualità degli spazi interni insieme all’integrazione nel contesto urbano: "È un riconoscimento all'innovazione nell'ambito dell'architettura. È un invito a pensare all'architettura come un'anticipazione del futuro per ognuno di noi, non solo come l'affermazione di uno stile o di un linguaggio. Il Bosco Verticale è una nuova idea di grattacielo, in cui alberi e umani convivono. È il primo esempio al mondo di una torre che arricchisce di biodiversità vegetale e faunistica la città che lo accoglie", ha detto Boeri.

Gallery: i 5 grattacieli più belli del mondo

Uno dei membri della giuria, il prof. Christoph Ingenhoven, invece spiega: "Il Bosco Verticale è un progetto meraviglioso! Espressione del bisogno umano di contatto con la natura. I grattacieli boscosi sono un vivido esempio di simbiosi tra architettura e natura. Il progetto è un’idea radicale e coraggiosa per le città di domani, rappresenta sicuramente un modello per lo sviluppo di aree ad alta densità di popolazione in altri paesi europei”.

Vediamo allora un po' di numeri di questo Bosco Verticale: due torri da 112 e 80 metri, da 24 e 17 piani rispettivamente; 800 alberi e 19 mila essenze. Un'area calpestabile da 31.500 m² e cinque anni di tempo per portarlo a termine (quasi un record positivo, considerando qualche inciampo lungo la strada e i tempi biblici di solito necessari per portare a termine progetti di questo genere). Resta qualche perplessità: la prima riguarda l'integrazione con il vecchio quartiere Isola, fatto di casette in stile vecchia Milano che vengono ora sopraffatte dal Bosco Verticale; la seconda riguarda un aspetto secondario ma che si fa notare: la parte esterna dell'ingresso al grattacielo, così com'è oggi, è davvero spoglia e un po' squallida: rimarrà davvero così?

IMG_1200

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: