Expo 2015: l'inno trash non ufficiale (VIDEO)

E l'organizzazione prende le distanze.

Expo 2015 - Ci mancava ancora l'inno giovanilistico a tema Expo, ma che qualcuno prima o poi decidesse di provarci, di tentare la "rise to the glory" parlando di semi e alimentazione etica era inevitabile. La persona in questione è Sebax, autore e coreografo del video che potete trovare in cima al post. Ufficiale o non ufficiale? Era stato proprio Sebax a dire che il suo "Milano è Expo" fosse ufficiale: "Hanno deciso di farla diventare l’inno ufficiale che si affiancherà alla composizione lirica di Andrea Bocelli. Siamo al settimo cielo e incrociamo le dita perché questa canzone diventi un successo per noi, per la Brianza e per un evento così importante come l’Expo di Milano".

Non era vero, però, l'inno ufficiale rimane solo quello di Bocelli e l'organizzazione dietro Expo prende le distanze da questo inno-tormentone con una virulenza che fa pensare che la cosa non sia stata affatto apprezzata: "Il brano non ha la nostra autorizzazione , non ne sappiamo niente". Punto e basta, neanche mezza parola di apprezzamento, nemmeno un "si vedrà", nemmeno una pacca sulle spalle per averci provato.

D'altra parte questa canzone non è una hit, non è un tormentone. Possiamo dirlo? È una canzonetta trash con un video pretenzioso che non nasconde in nessun modo il fatto che, dietro, ci sia una produzione super-amatoriale. E in fondo lo capiamo anche il rapper che compare per fare la sua strofa parlando di "alimenti etici e momenti magici", che rimane sempre girato di spalle. Anche uno scarsino come lui, preferisce non metterci la faccia.

Inno trash Expo

  • shares
  • +1
  • Mail