Expo 2015: il padiglione della Germania

"Campi di idee": un viaggio attraverso i paesaggi più fertili e floridi della Germania.

Expo 2015 - Guardando le prime immagini in render sembrerebbe a tema spaziale, e invece il padiglione della Germania è quanto di più terreno possa esserci e in perfetta armonia con il tema generale dell'esposizione universale: si chiama Campi di idee. "Un viaggio attraverso i paesaggi più fertili e floridi della Germania: si tratta di un percorso strutturato con idee e soluzioni che indagano le possibilità di una relazione con la natura più consapevole e rispettosa".

Il concept che interpreta il tema di Expo Milano 2015 si basa sulla natura come fonte principale del nostro cibo e quindi come risorsa chiave che deve essere protetta e sviluppata in maniera sostenibile per salvaguardare le risorse alimentari del futuro. Ha lo scopo di presentare la Germania come una nazione e una terra gioviale, allegra, ricca di prodotti e di sapori.

Expo 2015: il padiglione della Germania

Expo 2015: il padiglione della Germania


Con 4.933 metri quadri, lo spazio espositivo tedesco si presenta come il lotto di massime dimensioni all’interno del Sito Espositivo e si ispira ai campi agricoli, ai prati fioriti, trasponendoli nella sua architettura. La struttura consiste in un paesaggio dolcemente in pendenza, in cui sono richiamati i naturali declivi della campagna tedesca, con una superficie liberamente accessibile e un’esposizione tematica all’interno. Le piante stilizzate che germogliano proprio come “piantine di idee” sbucano perforando la base del Padiglione, crescono, si sviluppano fino a formare una grande copertura sui visitatori e diventano l’elemento di connessione che unisce l’interno con l’esterno. Le forme organiche vogliono creare un terreno fertile e vivo per le idee. Anche nella sua realizzazione strutturale il Padiglione mostra soluzioni sostenibili e creative per il futuro: il design moderno si fonde con i materiali tradizionali, l’uso razionale degli spazi e delle risorse, la tecnologia e il design intelligenti. I legni locali sono il materiale principale e richiamano l’uso consapevole delle risorse rinnovabili. La facciata che consente una naturale ventilazione è parte di una scelta improntata all’efficienza energetica che assicura ovunque temperature confortevoli.

Tema bucolico, ma il tasso di tecnologia è comunque elevato: a ogni visitatore viene dato un apparecchio mobile, una seedboard, con cui scoprire nuovi particolari in modo intelligente e interattivo mentre si cammina tra i percorsi riguardanti la terra, l’acqua, il clima e la biodiversità. I materiali illustrano i progetti in corso e le soluzioni già attuate, ma anche idee e spunti per immaginare cosa si potrà fare in futuro per la loro salvaguardia. Infine, il visitatore arriva alla mostra vera e propria delle idee per l’alimentazione, con cui si interagisce in modo molto originale, attraverso la seedboard e con gli occhi di due api. Vi sono tre possibilità di fruizione del patrimonio agroalimentare tedesco: un’area liberamente accessibile dedicata agli assaggi, uno speciale ristorante gourmet con alta cucina e un ristorante che riflette la Gemütlichkeit, la più calda ospitalità che la Germania è capace di offrire.

  • shares
  • +1
  • Mail