Milano non è Adro. La mensa in città non viene pagata dai più ricchi

Nelle ultime settimane al centro delle cronache del paese sono balzati una serie di episodi legati a rette delle mense non pagate. Singolare, e simbolica, è stata la vicenda di Adro (in provincia di Brescia) dove un imprenditore si è offerto di saldare il debito a causa del quale non venivano garantiti i pasti ad un gruppo di bambini.

Ebbene, a seguito di questi accadimenti, il Comune di Milano ha reso noto che per quanto riguarda le scuole di propria competenza a non pagare sarebbero proprio i genitori che maturano i redditi migliori della città.

Davanti a questi dati ha espresso il proprio sconcerto l’assessore alle Politiche sociali Mariolina Moioli. Al Corriere della Sera ha dichiarato:

“E’ una questione di senso di responsabilità. Anche perché se una famiglia dimostra di avere avuto dei problemi economici nell’anno in corso il Comune è disponibile a tenerne conto. Per andare incontro alle famiglie abbiamo aumentato le gratuità e diversificato gli scaglioni.

Io la pastasciutta a un bambino non la toglierò mai. Con tutti i chili di cibo poi che le mense avanzano ogni giorno, figuriamoci. È vero però che l’iter per rivalersi sulle famiglie non è semplicissimo. Ma far pagare i debiti ai bambini è criminale.”

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: