Via Barzoni, villette all'amianto: 60 famiglie contro il Comune

Le case all'amianto di via Barzoni

Sessanta famiglie vivono in queste villette all'amianto in via Barzoni 11, zona Corvetto. Alloggi di proprietà del Comune, che fa pagare agli affittuari un canone sociale. Duecento persone in tutto, che da oltre un anno denunciano come ogni volta che piove gli coli l'amianto dei tetti dentro casa.

Il Comune propone loro un grande progetto: abbattimento delle villette, costruzione di un palazzo per le 60 famiglie e di altri due palazzi, più bassi, da vendere e affittare a canone moderato.

Comune, Regione, Aler e Governo hanno messo a disposizione circa 15 milioni di euro. Ma la gente qui, per lo più anziani, non hanno intenzione di lasciare le loro case. "Ci devono abbattere anche noi" minacciano.

La protesta dura da oltre un anno. I residenti erano stati convocati lo scorso aprile dal Comune che gli aveva presentato il progetto, da loro però bocciato. A un certo punto pareva si potesse risolvere con un piano di ristrutturazione da 900 mila euro, ma non se ne fece nulla. Al successivo incontro, riecco spuntare il progetto dei nuovi palazzi.

Oggi i residenti hanno ricevuto la visita del consigliere comunale della Lega Nord Matteo Salvini, che è stato accompagnato a vedere le condizioni degli alloggi. "Fin ora ce li siamo messi a posto da soli - spiega la gente - ora però non ce la facciamo più".

Salvini ha annunciato che proverà a muovere le acque in Comune. Poi però ci sarà anche da affrontare, come già fu alle White House, il problema degli abusivi. Qui otto famiglie vivono senza contratto.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: