Divieto di fuochi d'artificio e botti a Milano per il Capodanno 2014

Per salvaguardare la salute di cani, gatti e non solo.

A certe tradizioni è difficile rinunciare, è anche doloroso, soprattutto quando sono sentite come il simbolo di quella stessa festività. Ma se per altri animali è letteralmente doloroso che queste tradizioni continuino ad avere vita qual è la cosa giusta da fare? Non stiamo parlando della corrida spagnola o della caccia alla volpe, ma più banalmente dei botti, dei petardi e dei fuochi d'artificio che esplodono per tutta la città nei giorni più vicini al Capodanno e che poi l'ultimo dell'anno si trasformano in una raffica di esplosioni.

E non ci sarebbe niente di male, se non fosse che in città non ci sono solo 1.300mila abitanti, ma anche 200mila tra cani e gatti. Un esercito di animali domestici che spesso e volentieri soffre le pene dell'inferno a causa di queste esplosioni. Il sintomo più banale è lo spavento, ma le cose non si fermano qui: ogni anno ci sono segnalazioni di cani fuggiti all'improvviso dalla presa al guinzaglio del padrone per lo spavento causato dall'esplosione di un petardo, altri che sono stati investiti da auto, gatti scappati da casa, altri traumatizzati a vita dallo choc e quelli che direttamente muoiono di crepacuore.

Insomma, per cani e gatti (ma anche per gli uccelli, che storditi vanno a schiantarsi contro i muri) non è un bel vivere. E così una mozione votata a maggioranza in consiglio comunale prevede il divieto di far esplodere i tradizionali botti in occasione delle prossime festività di fine anno. Il problema, però, è che non c'è divieto di comprarli, ma solo di farli esplodere, cosa ovviamente che può benissimo non interessare chi vuole far scoppiare i petardi e che assai difficilmente verrà fermata e multato da qualche vigile.

Per questa ragione l'assessore al Benessere Chiara Bisconti spiega: "Requisire un singolo botto in mano a qualcuno è praticamente impossibile e le sperimentazioni in questo senso sono state deludenti; meglio allora sensibilizzare i cittadini".

GREECE-CHRISTMAS-SANTA-RUN

  • shares
  • Mail