Il raduno dell'estrema destra europea organizzato a Milano da Forza Nuova

Il 20 dicembre, e la location non è più un segreto.

aggiornamento 19 dicembre - Il luogo dove il raduno si terrà non è più segreto, si tratta di un palazzo della Provincia di via Corridoni e c'è pure lo zampino della Lega Nord, visto che al convegno parteciperà il consigliere metropolitano leghista Ettore Fusco (e pare che sia suo il merito di un convegno nazifascista in un palazzo istituzionale). La Lega, però, si nasconde: "È un'iniziativa personale di Fusco, noi non c'entriamo nulla". (fine aggiornamento)

Non si capisce bene perché, ma Milano sembra essere diventata la calamita di tutti i raduni neonazisti dell'anno in corso. Solo il 29 novembre scorso si erano radunati i neonazisti della Skin House di Milano a Rogoredo, chiamando loro simili da tutto il mondo per dare vita alla Hammerfest 2014, il 20 dicembre sarà invece la volta della grande kermesse organizzata da Forza Nuova con ospiti rigorosamente in nero provenienti da tutta Europa.

Già, Forza Nuova. Messa un po' alle strette dalla grande attenzione che ultimamente viene riservata a Casa Pound, il partito guidato da Roberto Fiore (ex Terza Posizione, condannato per banda armata) sembra voler mettere le cose in chiaro, facendo capire qual è il referente italiano del fascismo globale (d'altra parte anche le percentuali di voto parlano chiaro: Forza Nuova prende il doppio dei voti di Casa Pound, 0,2 contro 0,1%). Tra gli ospiti ci saranno in effetti tutti partiti neonazisti di cui spesso le tristi cronache di questi anni si sono occupate: i tedeschi dell'Npd, i greci di Alba Dorata. In più gli spagnoli di Democracia Nacional e gli svedesi di Svenskarnas Parti.

La data e gli ospiti, di più non è dato sapere visto che, come sempre in queste occasioni, la location sarà tenuta segreta. L'obiettivo invece è noto, dare vita a un Movimento nazionalista dei popoli europei in cui riunire le più estreme tra le sigle nostalgiche delle dittature nazifasciste che fino a pochi decenni fa imperversavano per tutta Europa. "Nell’attuale fase storica crediamo importante il contributo di tutti i movimenti politici che stanno conducendo battaglie o si stanno scoprendo “anti-euro” e contro l'Europa-gulag delle banche, dei burocrati e dei poteri forti", questo il richiamo di Fiore. E pare infatti che un invito sia giunto anche alla Lega Nord, che però - almeno per questa volta - ha deciso di tenersi bene alla larga.

Per approfondire, segnaliamo un articolo molto completo de L'Espresso.

Schermata 2014-12-18 alle 15.00.36

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: