Prosperini patteggia e lascia la politica per il volontariato

Piergianni Prosperini alla fine ha patteggiato, senza però ammettere la sua colpa. Era accusato di aver preso una tangente da 230 mila euro per far vincere al gruppo televisivo di Lagostena un appalto da 72 milioni di euro per trasmissioni televisive sul turismo regionale.

Insieme a Prosperini ha patteggiato anche l'ex Patron del gruppo Profit-Odeon Tv, Raimondo Lagostena. Prosperini pagherà un risarcimento di 80 mila euro e si vedrà sequestrati i 380 mila euro che gli erano stati confiscati.

L'ex assessore allo Sport della Regione, che è medico e che ieri in tribunale si è precipitato in soccorso di una signora svenuta, soccorrendola, ha annunciato che non tornerà a fare politica, ma si dedicherà al volontariato.

Attraverso il patteggiamento Prosperini ha infatti ricevuto una condanna a tre anni e cinque mesi di reclusione. "Da ora in poi mi dedicherò al volontariato per i meno fortunati, i disabili e per chi ha difficoltà motorie, attraverso l'ippoterapia in cui credo molto" ha spiegato Prosperini, che starà agli arresti domiciliari ma potrà fare volontariato presso il centro ippico La Colombera di Binasco.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: