Dopo Padova, ordinanze anche per Sarpi e Corvetto

Arrivano le ordinanze anche per Paolo Sapri

Dopo via Padova, tocca a Paolo Sarpi sperimentare le ordinanze contro il degrado e per la sicurezza. Saranno pronte per la prossima settimana due nuove ordinanze che instaureranno il coprifuoco anche a Chinatown.

Così le chiusure anticipate per centri massaggio (giù le serrande alle 20), internet point , phone center, sale giochi (alle 22) e bar (alle 24) andranno di pari passo con il dovere di segnalare ai vigili chi vive negli appartamenti affittati.

Negli ultimi due anni inteventi dei vigili a Chinatown hanno permesso di scovare 18 internet point trasformati in dormitori abusivi, mentre più di recente due centri massaggio sono stati chiusi perché erano luoghi di prostituzione.

Il provvedimento non riguarderà solo Paolo Sapri, ma sarà esteso anche alla vie limitrofe: via Aleardi, via Bertini, via Bramante, via Bruno, via Da Montone, via Di Cambio, via Fioravanti, via Giorgione, via Giusti, via Lomazzo, via Messina, limitatamente ai civici 1/23 e 2/20; via Montello, limitatamente ai civici 1/9 e 2/8; via Niccolini, esclusi i civici dispari da 1 a 19 e pari da 2 a 8; via Rosmini, via Sarpi, e via Signorelli.

Non è questa però l'unica iniziativa presa dal Comune per far rispettare le regole a Chinatown. Palazzo Marino varerà infatti anche una nuova ordinanza per disciplinare meglio il carico/scarico in Sarpi. Gli orari limitati per le operazioni (10-12,30, con una finestra 6-7,30 per gli autorizzati) saranno estesi alle vie limitrofe, sabato compreso, mentre la domenica l'attività sarà vietata.

La decisione è stata assunta ieri al Comitato per l'ordine pubblico in prefettura, dove si è pure parlato delle prossime zone che potrebbero essere assoggettate al regime delle ordinanze. La prossima settimana si discuterà della possibilità di applicare le ordinanze in Corvetto, mentre in calendario è prevista anche la discussione di Farini e Imbonati.

Foto | Marco Papale

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: