La Camera di Commercio comprò i fucili a Garibaldi

La statua di Garibaldi al Castello

La Camera di Commercio di Milano passò a Garibaldi 70.226 lire e 85 centesimi per comprare i fucili per la spedizione dei Mille. Il documento del finanziamento non fu inserito fra quelli ufficiali, ma si può vedere oggi in originale all'interno dell'archivio storico della Camera, in via Meravigli 9/a da lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 (ingresso libero su appuntamento, prenotazioni allo 02.85154748.

Protagonista dell'iniziativa fu l'allora Consigliere Giulio Belinzaghi che proponeva il finanziamento il 24 gennaio 1860, dopo aver sancito l'allenza con le camice rosse già il 16 ottobre 1859, con la quale si apriva una sottoscrizione fra i negozianti per finanziare l'impresa.

Ecco alcuni passi riportati dal verbale dell'assemblea camerale di quei giorni.

“E' noto all'adunanza che nello scorso ottobre venne dalla Camera decisa la sottoscrizione per l'acquisto dei fucili proposta dal generale Garibaldi e nominata all'uopo una commissione composta dai signori Biraghi, Colombini, Comerio come dall'avviso pubblicato il 23 ottobre. Per effetto di questo veniva dalla cassa della Camera quota italiana di lire 70.226,85 a favore anche dell'elenco iscritto nel foglio patrimoniale della Camera del giorno 28 dicembre us".

Così era scritto sul verbale della riunione del 24 gennaio 1860, in particolare in una parte scritta a mano, cerchiata in rosso e con la scritta "omessa".

E la postilla restava segreta: non fu pubblicata sul Foglio a stampa settimanale del 5 febbraio.

Nel 1859 invece la Camera di Commercio proponeva di accogliere la richiesta dell'Associazione Unitaria Italiana per ricevere le offerte dei negozianti alla sottoscrizione per la compera dei fucili promossa dal generale Garibaldi. La convinzione era che "il ceto commerciante riconoscesse la necessità di concorrere con mezzi più efficaci al conseguimento del grande scopo nazionale e assicuri un concorso generoso e proporzionato a quella fama di vivo amore alla patria italiana di cui esso viene meritatamente onorato".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: