Dario Fo presenta il libro del fratello Fulvio al Mondadori Multicenter di Piazza Duomo


Non tutti sono al corrente del fatto che Fulvio Fo, fratello del Nobel Dario, è ed è stato un personaggio di primo piano della vita culturale italiana degli ultimi 50 anni. Co-direttore dei teatri stabili di Torino e Roma, organizzatore di importanti rassegne, direttore dello Stabile di Bologna e di quello di Prato; Fulvio (con Strehler nella foto) rispetto al fratello si è mosso nell'ombra ma ha acquisito una lunga esperienza in ambito teatrale e dell'immaginazione in generale.

E proprio l'immaginazione è, nelle parole di Fulvio, la facoltà in grado di "servire meglio la realtà, della verità stessa". Oggi Fulvio utilizza l'immaginazione per ricostruire la storia del suo paese, Luino, affacciato sul Lago come la sua gente e non a caso il titolo del romanzo, edito da Alacran edizioni, è proprio "Gente di Lago - Ai margini della storia". Ritratti circonfusi di tenerezza e umorismo di biografie vissute lungo le sponde del Lago Maggiore.

Utilizzando inserti in dialetto e materiali biografici e storiografici autentici Fulvio Fo, ricostruisce la storia di un piccolo paese nel solco delle due guerre, tra l'ascesa e la caduta del fascismo, dalla Resistenza all'avvento democratico. Una piccola metafora lombarda dell'Italia tutta. Il libro, che oltre al romanzo contiene un centinaio di immagini d'epoca e un ritratto di Fulvio realizzato dalla mano di Dario Fo, sarà presentato alle 18:30 di oggi, mercoledì 12 maggio, presso il Mondadori Multicenter di Piazza Duomo a Milano. Alla presenza dell'autore e del fratello Dario.

  • shares
  • Mail