Il Tiro a segno di piazzale Accursio recuperato vendendolo agli Stati Uniti?

Tiro a segno piazzale accursio

Avrei voluto, cari lettori, pubblicare una bella gallery fotografica di com'è ridotto oggi il Poligono nazionale di piazzale Accursio. Mentre bighellonavo attorno alla struttura un cittadino mi si è avvicinato e mi ha ammonito severamente: "Lo sa che è vietato fare foto alle installazioni militari? Lei rischia molto signore, lei rischia molto". Forse è per questo che dal 1972 il Poligono, nella sua parte storica e di pregio, sta cadendo a pezzi e le piante hanno potuto prendere possesso dei 40.000 metri quadri dell'area.

In quell'anno infatti iniziarono i lavori per la nuova sede di via Achille Papa "che funziona dal 1978 ed è una delle migliori d'Europa" mentre l'altra parte imboccava una strada di progressivo abbandono... Godetevi la foto del cartello, caduto, che segnala comunque l'immobile come meta turistica (!).

Ad ogni modo la notizia del giorno è che la palazzina liberty attualmente affidata ai Carabinieri – tutelata dalla Sovrintendenza e inaugurata nel 1906 (tutta la sfortunata storia del Tiro a segno di piazzale Accursio la leggete sul "Corriere" cliccando qui) – potrebbe finalmente risorgere a nuova vita, come?

Il demanio potrebbe venderla agli statunitensi (fonte: Tg3 Lombardia, 19/05/2010) interessati a spostare il loro consolato generale da via Principe Amedeo a una zona magari più periferica, ma meglio difendibile ai tempi del terrorismo globale del palazzo a due passi dalla fermata Turati, e per di più in uno stabile di pregio con tanto di giardino (se osservate il Tiro a segno grazie a Google Maps vi renderete conto dell'area verde a disposizione della palazzina). La Regione come il Comune ha dato il suo sì già a febbraio... Sarà la volta buona? Un pezzo di storia milanese salvato dagli americani?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: