Le piazze di Milano: la ricerca di Cattolica e Dagad

piazzetta san fedeleUna ricerca sulla preferenze dei milanesi in fatto di piazze cittadine dell’università Cattolica (presentata oggi in un incontro in cui parteciperanno anche i maggiori costruttori dei nuovi quartieri, Citylife e Hines). Un lavoro di "osservazione" durato circa due anni dove i ricercatori di psicologia della comunicazione della Cattolica e di architettura del Centro di studi e ricerche Dagad hanno analizzato e intervistato 250 frequentatori delle piazze per capire quali fattori rendono una piazza meglio di un'altra, dal punto di vista della vivibilità.

Questi i dati emersi: In piazzale Cadorna,si va soprattutto da soli (56%), attraversando di fretta (40%), per prendere un mezzo (32%). Il 49% esprime "emozioni negative": ansia per il traffico, il rumore, l’inquinamento, l’insicurezza. L'opposto è rappresentata da piazza San Fedelein cui l’emozione positiva tocca il 78% e a milanesi piace per andarci in compagnia (61%), camminando tranquillamente o semplicemente sostandovi (quasi 60%).

Un terzo caso negativo, su cui l’analisi è appena iniziata, è per piazza Medaglie d’Oro, che conferma il trend: fastidio per il traffico, i percorsi poco definiti, il rumore: la piazza non si percepisce neppure.

Passiamo la palla a voi lettori: Quali sono le migliori piazze di Milano? Le più vivibili, quelle, seguendo il filo conduttore della ricerca, dove le emozioni sono positive? Segnalatecelo nei commenti.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: