La Torre Velasca in vendita: Ligresti cede un simbolo di Milano



La Torre Velasca è una di quelle costruzioni figlie dell'epoca del Boom. Secondo Wiki "può collegarsi alla rivoluzione formale battezzata Neoliberty, ma con accenni di Brutalismo". Brutalismo forse è la parola adatta, per quanto mi riguarda, a descrivere il monolite di cemento che si erge in pieno centro di Milano. Uno dei suoi appartamenti è stato il set di Milano Calibro 9 (l'appartamento dell'Americano), ci ha abitato l'attore Gino Bramieri e fece da set al film con Alberto Sordi e Franca Valeri, il Vedovo.

Ora, all'ombra del 2015, il simbolo fallico del boom rischia l'oscuramento. Dopo che saranno eretti i 14 edifici sopra i 100 metri la torre Velasca sembrerà un "rudere". Probabilmente per questo il gruppo Fondiaria Sai della famiglia Ligresti vuole vendere l'intera proprietà. Con una pagina pubblicitaria pubblicata sui maggiori quotidiani è partita l'"Operazione Velasca". Il claim recita: "Un pezzo di storia non ha prezzo. Ma ha certamente valore".

Nel prospetto sul sito viene anche indicata la redditività lorda attuale del fabbricato è pari ad 3.526.266 euro che deve scontare un alto tasso di uffici sfitti, dato che il 33% dell'immobile risulta vacante. Un buon affare? Sinceramente non saprei. E' certo che da qui al 2015 verranno immessi sul mercato milanese oltre 1,7 milioni di metri quadri di terziario che si andranno a sommare agli attuali 11,57 già presenti, come fa notare il Sole 24 Ore in un articolo, c'è tanta, troppa, carne al fuoco. Siamo sicuri che non avanzerà?

Foto by Flickr

Vota l'articolo:
3.95 su 5.00 basato su 20 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO