Lo scivolone del leghista Boni: un premio all"Inter squadra milanese e lombarda"



L'annuncio lo diffonde l'Ansa. Oggi la Regione Lombardia premierà il presidente dell'Inter Massimo Moratti per la vittoria in Champions. Ma c'è qualcosa che non torna.

A premiare il presidente nerazzurro, la cui moglie Milly siede sui banchi dell'opposizione a Palazzo Marino, casa della cognata Letizia, sarà il presidente del consiglio regionale, il leghista Davide Boni, il quale spiega: "Si tratta di un riconoscimento a Massimo Moratti per una squadra, milanese e lombarda, che ha conquistato il tetto d'Europa".

Squadra milanese e lombarda?!?!?!?! Ecco la formazione scesa in campo nella finale di Champions League: Julio Cesar (Brasile); Maicon (Brasile), Samuel (Argentina), Lucio (Brasile), Chivu (Romania); Zanetti (Argentina), Cambiasso (Argentina); Eto'o (Camerun), Sneijder (Olanda), Pandev (Macedonia), Milito (Argentina). Nel corso della partita subentrano il serbo Stankovic e il ghanese Muntari, criticato per le sue prestazioni scadenti all'inizio del campionato, causa Ramadan.

Nei minuti finali il tecnico portoghese Mourinho regala qualche minuto a Marco Materazzi. Finalmente un italiano! Vabbe', leccese ma pur sempre italiano.

D'altra parte, in panchina l'altro papabile era Balotelli, nato a Palermo da genitori ghanesi, ma per lo meno di "adozione" bresciana. Il secondo portiere, il padovano Toldo, sarebbe entrato solo in caso di infortunio di Julio Cesar.

Chissà come l'avrà presa il leader del Carroccio Bossi, il cui figlio Renzo, che pure siede in consiglio regionale, ha ammesso candidamente che non tiferà Italia ai Mondiali: ma si può premiare come squadra "milanese e lombarda" una multinazionale sudamericana con qualche innesto europeo e africano?

Foto | Batrax

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: