City driver a Milano: un'autista personale per il dopo-movida


Dal primo week-end di Giugno arriva a Milano City Driver - qui il comunicato della Provincia in file doc - un servizio per chi vuole divertirsi in sicurezza. Si tratta in pratica di una rete di veri e propri autisti personali che si mettono al volante della macchina di chi, dopo aver bevuto, non se la sente di guidare. Presenti nelle zone di maggior affluenza del nightlife milanese (Brera, Corso Como, Idroscalo, Navigli, Arco Della Pace), i drivers saranno riconoscibili per l'uniforme e una targhetta identificativa.

Il servizio che ha il chiaro scopo di prevenire le "stragi" del sabato sera, avrà costi "ridotti" anche se non proprio alla portata di tutte le tasche: 35 euro fino a 15 chilometri, 40 euro per 20, 45 euro per 25 e 50 per 30. Gli autisti inoltre saranno coperti da polizze assicurative Rc e Kasco in sostituzione dell'assicurazione sulla macchina del cliente, così che in caso di incidenti l'aumento del premio assicurativo non ricada sul proprietario della vettura. Come detto i drivers saranno contattabili sul posto oppure chiamando il numero verde: 800.864.575.

A questo punto però due domande sorgono spontanee: invece di appaltare questo servizio a una ditta privata, non sarebbe stato più sensato investire gli stessi soldi per intensificare i servizi pubblici o sostenere i normali taxisti (contrari all'iniziativa) con degli incentivi in modo che potessero abbassare le loro tariffe negli orari sensibili. E poi ancora, una perplessità di carattere eminentemente pratico: una volta che il driver ha accompagnato a casa alle 4 di notte un giovane di Legnano, come fa a tornare a Milano?

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: