Weekend fuori porta - Castello di Vezio e lo spirito della regina Teodolinda

Castello di Vezio, Perledo
La gita fuori porta di questo fine settimana ci consente un tuffo nel passato remoto della nostra regione, tra echi degli insediamenti celtici e poi etruschi. Da Milano ci dirigiamo a nord verso il Lago di Como, in sul ramo della città di Lecco e ne risaliamo la costa fino ad arrivare a Varenna dove andremo a visitare gli affascinanti ruderi del Castello di Vezio.

Delle antiche vestigia di una roccaforte militare, posta su un promontorio che sovrasta la città di Varenna, oggi rimangono solo delle mura e una torre che creano un suggestivo paesaggio da cui si domina il panorama del Lago. Utilizzato ai tempi della Regina Teodolinda come torre di avvistamento, oggi questo luogo si trasforma in un luogo magico, anche grazie a un'associazione di falconeria.

Il castello di Vezio non è solo un rudere di tempi remoti, nei suoi giardini sono presenti anche gallerie sottorranee che facevano parte della sezione comasca della Linea difensiva Cadorna, realizzata per la prima guerra mondiale.

Il castello di Vezio conserva anche una curiosa leggenda, come leggiamo sul sito Luoghimisteriosi. A quanto pare questo luogo fu una delle ultime dimore della regina che, spinta dal suo spirito cattolico, fece erigere una chiesa dedicata a S. Martino con un campanile a forma di torre, come a voler cristianizzare una dimora finalizzata alla guerra. La leggenda dice che sebbene Teodolinda fu sepolta a Monza, il suo spirito ancora nelle notti prive di luna vaghi per i corridoi del castello.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail