La partita degli azzurri sul maxi schermo in Piazza Duomo ci sarà, ma silenziosa



Dopo il post di Carlo in basso ero indeciso se segnalare questa notizia, dato che riguarda il maxi schermo in Duomo, ma la cosa è talmente surreale che non ho resistito alla tentazione di darla. Le partite dell'Italia saranno sì trasmesse sull'Urban Screen ma a volume basso, se non azzerato. Insomma, con il silenziatore. La deflagrazione di un eventuale e sperato gol degli azzurri avverrà, se avverrà, con il rispetto che si confà alla piazza dove sorge il Duomo.

Le proteste della Curia hanno avuto il loro effetto. Dopo i devastanti festeggiamenti dell'Inter il Comune decide per un diversivo: partite si, ma a metà. Pare davvero improbabile che una partita della Nazionale dia così fastidio. "La diffusione delle immagini delle partita saranno un evento di contorno alla normale vita della piazza - ha assicurato l'assessore allo Sport, Alan Rizzi - Abbiamo anche deciso di ridurre il volume dell'audio perché non arrechi troppo disturbo". E già si pensa a qualche escamotage. Antonio Dipollina, sull'editoriale di Repubblica di oggi, ipotizza i sottotitoli, cuffiette bluetooth o ancora ricoprire il Duomo con le confezioni delle uova insonorizzanti.

Scherzi a parte si profila una situazione surreale senza telecronaca. E voi sapete meglio di me quanto la voce del cronista sia parte indelebile della partita. Come dimenticare la voce di Nando Martellini ad accompagnare la cavalcata degli azzurri di Bearzot alla conquista della terza coppa del mondo. La sua chiusa è storica: "Palla al centro per Muller. ferma Scirea, Bergomi, Gentile. E' finita. Campioni del mondo (x3)!". O, in tempi più recenti, Marco Civoli e il suo "Il cielo è azzurro sopra Berlino". In questo caso, duole constatarlo, il cielo non è azzurro sopra Milano.

  • shares
  • +1
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: