Circle Line: il treno incontra la metrò, a Milano come a Londa



Un treno per girare la città da Porta Garibaldi a San Cristoforo: è questo il progetto della Circle Line presentato oggi dall'assessore all'Urbanistica Carlo Masseroli.

Progetto alla portata della città, visto che costa 140 (massimo 200) milioni di euro e che i soldi arriveranno dalle plusvalenze ottenute dalla riqualificazione degli scali ferroviari.

In un paio di mesi il Comune dovrebbe chiudere l'accordo con le Ferrovie per anticipare proprio i soldi di queste plusvalenze, che negli scorsi giorni sono stati vincolati nel pgt (con un voto bipartisan) alla realizzazione di una linea circolare in grado di collegare le linee S e i treni che arrivano da fuori a un anello circolare che le integra alla perfezione nella città

Ci vorranno però almeno tre o quattro anni prima che il progetto sia completo. Ovviamente, si farà entro l'Expo, garantisce Masseroli. A regime sulla Circle Line potranno salire dodicimila persone all'ora.

Le nuove stazioni da realizzare, per dare concretezza al progetto, sono sei: Dergano, Istria, Forlanini, Zama, Tibaldi e Canottieri.

La Circle Line sarà lunga 27 chilometri e avrà così 15 fermate, di cui diverse di interscambio: Garibaldi (M2, M5, Passante), Rho-Pero (M1), Dergano (M3), Istria (M5), Lambrate (M2), Forlanini (M4), Zama (Passante), Rogoredo (M3), Porta Romana (M3), Romolo (M2), e San Cristoforo (M4).

Resta tagliata fuori tutta la zona ovest, dove la presenza dei parchi costringe a pensare un nuovo Passante sotterraneo per collegare San Cristoforo a Certosa.

Per viaggiare sulla Circle Line basterà un biglietto del tram, mentre per gli abbonati Atm l'accesso sarà compreso.

  • shares
  • +1
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: