Ve li ricordate i paninari di Milano?

Chi erano i paninari di Milano? Risvoltoni, Timberland, Duran Duran e Burghy. Un grande classico anni '80.

Ma chi erano i paninari di Milano? I più giovani, oggi, se li ricordano a malapena. Ma negli anni '80 la loro è stata la moda imperante, a cui era impossibile sottrarsi se non si voleva essere tagliati fuori dai giri più cool. Un po' come oggi con gli hipster, per chi ha superato i vent'anni e può quindi farsi crescere una barba adeguata. Un po', in maniera diversa, come per gli zarri degli anni '90.

Ecco, forse i paninari erano una sorta di sintesi tra zarri e hipster. Modaioli come quest'ultimi, ma senza quella vena da "creativo a tutti i costi" che provano a darsi; sempre a fare le vasche in Duomo come gli zarri e a infestare le sale giochi (quando ancora c'erano) ma senza scavallare i più piccoli con il classico "ce l'hai un millino?".

Il mito degli Usa, delle marche tipo Best Company, Moncler, Carrera, Charro, Naj Oleari, Timberland. Per quanto riguarda la musica, non si può sfuggire dai Duran Duran - come immortalato nel film cult paninaro "Sposerò Simon Le Bon" - ma anche dai Pet Shop Boys, che fecero addirittura una canzone, "Paninaro", destinata al solo mercato italiano. Ma la cosa che più di altri li ha sempre contraddistinti, come dice il nome, erano i panini, nel senso degli hamburger americani, quelli che erano appena arrivati a Milano grazie all'intuizione del Burghy (che, come luogo comune vuole, era molto meglio del Mc Donald's).

Il video che trovate in cima al post è un vero e proprio salto nel tempo, nel pieno degli anni '80. E magari salterà fuori anche qualche parole nel loro classico gergo, quello immortalato da Enzo Braschi al Drive In: squinzia, sfitinzia e le varie abbreviazioni che da allora non hanno più abbandonato lo slang giovane meneghino (Courma per Courmayeur, circonvalla per circonvallazione, fazzollo per fazzoletto, sizza per sigaretta, ecc. ecc. - a cui vanno aggiunti i vari "sei fuori come un balcone, armadio, *altre parole di cose che sporgono a scelta*").

Ormai sono passati trent'anni da quei tempi, tra un po' sarà ora di tenere qualche corso in Bicocca del tipo "sociologia del Paninaro", in attesa di quel momento, vale la pena leggersi la dettagliata pagina di Wikipedia.

paninari milano

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: