Recensione: Zoom Bar: la disco not disco di Porta Venezia



E' il perido in cui sui quotidiani si parla spesso delle aree della movida Milanese, i navigli e l'arco. Le Ztl, i nuovi vincoli più restrittivi e tutte le problematiche tormentone: i giovani e la loro esuberanza da una parte e i residenti dall'altra. Poi ci sono altre zone della Movida che non fanno troppo "rumore". Una di queste è la via Panfilo Castaldi, traversa di Corso Buenos Aires. Qui si concentrano in ordine di passeggiata il Marrakesch Cafe e il Mono, entrambi ad elevata frequentazione gay, sempre pieni di gente che sosta in strada. In ultima battuta c'è lo Zoom Bar, poco più avanti, che mi piace definire una disco-not disco, ad altra frequentazione creativa.

Ci sono capitato spesso, anche recentemente. Allo Zoom sono praticamente di casa e l'atmosfera è bella e coinvolgente. Quello che mi piace è il suo modo di esserci: "Vicino ai piccoli club underground di Londra e Barcellona, con uno spazio sotterraneo dove succede sempre qualcosa d’interessante". Si sa che i PR hanno sempre parole di elogio inusitate, ma questa volta paiono prenderci, perchè nel cave dello Zoom succede davvero sempre qualcosa di interessante.

Ci sono le mostre (domenica scorsa sono capitato in una serata in collaborazione con Amref dove venivano esposte le bellissime foto di Alvise Crovato), i contest di arte (domencia prossima la serata conclusiva del Contest Art), le jam session (il mercoledì, aperta a tutti) e poi la bellissima serata Funk del venerdì.

Sul sito dello Zoom questo e altro. Dicevamo del suo "cave", quello che in Inghilterra è la cantina. Si scendono le scale e si apre una spazioso spazio dove i complementi di arredo sono tutti pezzi di modernariato anni '70: divani, poltrone e quadri alle pareti. L'atmosfera è I prezzi sono un'altra nota positiva: la birra a 4 euro e i cocktail a 5 euro. Si fa anche aperitivo, dalle 19 alle 22.

zoom bar milano
zoom bar milano
zoom bar milano

Foto By Irene Zucchiatti

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: