Milano dallo spazio ha cambiato colore (foto)

Ma la ragione non è fantascientifica.

11109145_10152746874452124_4547988501291398411_o

Una foto scattata dallo spazio da Samantha Cristoforetti e pubblicata sulla pagina Facebook del National Geographic mostra una particolarità molto strana di Milano. Ha un colore diverso rispetto all'hinterland che la circonda. Com'è possibile? Soprattutto, si tratta di una novità, visto che Milano fino a poco fa, dall'alto, aveva lo stesso colore di tutte le altre città.

E quindi, che cos'è successo? Scoprirlo, in verità, non è molto difficile, visto che il colore delle città dall'alto è ovviamente determinato dalla loro illuminazione. E visto che Milano, proprio in questi mesi, ha radicalmente cambiato il suo sistema di illuminazione, diventando la prima città europea ad adottare un'illuminazione led. Cambiamento che ha fatto sì che dallo spazio il colore di Milano sia differente.

D'altra parte che queste luci siano molto diverse da quelle a cui siamo stati per secoli abituati l'hanno visto tutti. Un colore molto più freddo, più bianco che giallo (se così si può dire), che tra l'altro si percepisce nel momento stesso in cui i lampioni si accendono, anche se la luce naturale è ancora molto presente.

Insomma, Milano ha cambiato colore. Un'innovazione che comunque non ha mancato di suscitare polemiche accese, per la differenza di illuminazione tra centro e periferia. Per esempio, in via Costantino Baroni, al Gratosoglio, il luxometro misura 38 sulla strada e 20 sul marciapiedi, in alcune vie laterali si scende fino a 15. in via Oglio al Corvetto, le rilevazioni scendono nuovamente, con punte massime di 30 e minime di 15. E in centro? Le cose sono molto diverse: in via Cadore, zona semicentrale, il luxometro registra una punta di 82 (con un minimo di 40 e rotti) e tutto è illuminato a giorno, fin troppo. Simile la situazione in via Palestro, di fianco ai giardini Montanelli: il luxometro segna 66 in strada e 44 su entrambi i marciapiedi.

  • shares
  • +1
  • Mail