Gabriele Moratti: una casa in stile caverna di Batman non pagata?

batmobile batcaverna figlio moratti gabrieleVenerdì su Il Giornale si raccontava della vicenda in cui è rimasto coinvolto il figlio di Letizia Moratti, Gabriele Moratti. Che avrebbe combinato il figlio del primo cittadino? E' presto detto: Moratti Junior acquista uno stabile in via Cesare Ajraghi, lo trasforma in una residenza senza modificare la destinazione d'uso - erano laboratori classificati come C3: qui un pdf del catasto vi spiega tutto - ma soprattutto, a quanto spiegano i giudici, senza pagare la ditta che aveva svolto i lavori.

E a leggere il quote qui sotto, preso dal pezzo de Il Giornale, sembra che non ci fosse proprio solo da buttare giù un muretto in cartongesso...

«Il modello sembrava che fosse la caverna di Batman», dice - scherzando ma non troppo - uno dei tecnici che ha partecipato ai lavori. Parcheggi a scomparsa, piscina, poligono di tiro: tutto in uno stabile destinato a laboratorio, e trasformato - senza variante d’uso - nella residenza avveniristica di un giovanotto che non badava a spese. Budget quasi illimitato, al momento del progetto. Ma a lavori pressoché ultimati, al momento di pagare il conto, il giovanotto ha iniziato a recalcitrare. A sostenere che i lavori erano malfatti. La faccenda è finita in mano ai giudici, i quali hanno ordinato al giovane di pagare.

Fantastico: parcheggi a scomparsa, piscina, poligono di tiro! Dovevo saperne di più su di lui.

Prosegue Luca Fazzo su Il Giornale:

E questa storia rischia ora di creare qualche grattacapo, se non altro in termini di immagine, alla illustre famiglia di cui il giovanotto fa parte. Un cognome importante, a Milano. Molto importante.

E sì: perché il giovanotto in questione si chiama Gabriele Moratti, ed è il figlio trentaduenne del sindaco Letizia Moratti e di suo marito Gianmarco. Per un po’, il padre ha provveduto a saldare i conti. Poi ha smesso. Il tribunale ha ordinato il sequestro di un quinto dello stipendio mensile che Moratti senior passa a Moratti junior. È dalle carte della vicenda processuale, in corso davanti al tribunale milanese, che si evincono i dettagli della vicenda. Sono queste carte a raccontare con una certa dovizia di particolari la storia che si può sintetizzare così: il figlio del sindaco di Milano ha trasformato senza autorizzazione uno stabile artigianale in una megacasa da molte centinaia di metri quadri. E poi non ha pagato il conto


Ma cosa sappiamo di Gabriele Moratti? Oltre al matrimonio del fratello con Roberta Armani nel 1997 in cui fece da testimone, e ai ricordi del 2005, del post tsunami nel sud est asiatico che leggo su Panorama
Nella tendopoli di Siyambalagahawatta Mandula, la parrucchiera, racconta: «Una signora di Como ci ha portato 20 vestiti da sposa. Un artigiano di Messina, Roberto Salese, è arrivato con 50 culle». Nel campo si dice un gran bene di un ragazzo italiano. È Gabriele Moratti, figlio di Gianmarco e di Letizia. Sua sorella Gilda ha passato un mese intero coi più poveri dei poveri dalle suore di Madre Teresa a Colombo. Sulla spiaggia i pescatori immobili paiono statue di sale. Dietro, le nuove barche aspettano i motori. Il fusto rasta è arrabbiato col governo: «Approfittano dell'onda per rubarci anche la pesca. Vogliono darci grandi pescherecci in cooperativa per sorvegliarci. Ma non ci riusciranno».

oltre a questo di lui si ricorda una rissa in cui fu coinvolto con il pilota di F1 Eddie Irvine. Saggezza popolare direbbe di evitare le risse con gli irlandesi, di solito non puoi né vincere, né pareggiare. In quel caso sembra che le cose andarono diversamente:
Secondo la ricostruzione di Irvine, Moratti lo avrebbe colpito con pugni in testa, causandogli la rottura del timpano. Il motivo? Il pilota ipotizza che a scatenare l'ira del figlio del sindaco sia stata la gelosia nei confronti della ex che aveva cominciato a frequentare. Gabriele Moratti sostiene invece che a colpire per primo sarebbe stato l'ex pilota, che gli avrebbe tirato in faccia un bicchiere. Prima di arrivare a processo, i due imputati hanno comunque parecchi mesi di tempo per decidere se intraprendere la strada della conciliazione stragiudiziale

e poco altro. Sul Sole24Ore si legge qualcosa di più sul non giovanissimo - ha trentadue anni - rampollo
Gabriele Moratti, figlio del sindaco di Milano, Letizia Moratti, e del numero uno della Saras, Gian Marco Moratti, e' destinato a entrare nel consiglio di amministrazione del gruppo petrolifero. A candidarlo e' la Angelo Moratti Sapa, cassaforte della famiglia Moratti, che detiene il 62,4% della Saras. Nato nel 1978, un'esperienza in Jp Morgan, Gabriele Moratti da fine 2007 e' assistente al direttore generale in Saras. Sulla designazione si esprimera' l'assemblea dei soci del prossimo 27 aprile

Di Gabriele Moratti esiste una pagina facebook, dal quale si arriva a due altri "datori di lavoro" - ma il social network è da prendere sempre con le molle: vai a sapere se è uno che tiene tutto aggiornato, o se è roba vecchia - uno studio che realizza aerografie, e una società che offre servizi di security e scorte, con sede in via Durini della quale il giovane Moratti è co-fondatore:
Gabriele Moratti - Co - fondatore
Due lauree, in Psicologia e Storia dell'Arte, alla Duke University. Un passato in JPMorgan a Londra e Milano. Un ruolo di dirigenza nella societá di famiglia. Un naturale spirito imprenditoriale, e la capacitá di capitalizzare le proprie esperienze, trasformandole in professionalitá.
Decide di prendere parte all'idea imprenditoriale di Manta, dopo avere apprezzato in prima persona l'eccezionale preparazione tecnica, psicologica e manageriale di Andrea Vittori, in occasione di una delicata operazione di sicurezza

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 187 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO