Il bikesharing elettrico di Milano: come funziona e quanto costa

Il BikeMi raddoppia con i nuovi modelli a pedalata assistita. Per chi non se la sente di pedalare fino a Rho Pero.

Visto che il nuovo bike sharing elettrico è stato inaugurato proprio in concomitanza con l'avvio di Expo, viene proprio da pensare che sia stato pensato per dare la possibilità di raggiungere l'area di Rho Pero utilizzando i pedali ma senza fare troppa fatica. D'altra parte, dalla città fino ai padiglioni dell'esposizione universale non è un tragitto breve. E quindi da questo lunedì ci saranno 1.000 bike sharing elettrici, che andranno ad aggiungersi alle 3.600 bici tradizionali gialle già disponibili, trasformando Milano nella prima città al mondo con un sistema di bike sharing integrato. Una grande novità promossa dall’Amministrazione Comunale e da ATM, realizzata grazie al contributo di circa 4 milioni di euro del Ministero dell’Ambiente e gestita in esclusiva da Clear Channel.

Resta invariato il sistema di prelievo ed utilizzo delle bici: da oggi in tutte le stazioni già attive e in quelle in arrivo cittadini e visitatori potranno trovare sia le biciclette tradizionali sia le nuove elettriche. Per le bici gialle è confermata la gratuità di ogni prima mezz’ora di utilizzo e sono invariate le tariffe per i minuti successivi. L’utilizzo delle bici rosse sarà invece “a consumo”: 25 centesimi per mezz’ora, 75 per un’ora, 1,75 euro per 1 ora e mezzo, 3,75 euro per 2 ore e 4 euro per ogni ora o frazione successiva.

Oltre alle biciclette elettriche stanno arrivando 70 nuove stazioni: di queste, 44 saranno installate lungo il tragitto che collega il centro con il sito di Expo, per poi essere ricollocate in altre zone della città al termine dell’evento. Trentacinque gli stalli già aperti in questa ultima settimana: oltre alle 7 stazioni all’ingresso di Cascina Merlata di Expo, sono partite quelle di Loreto, Domodossola, Caneva-Tolentino, Govone-Borghese, MacMahon–Artieri e MacMahon–Caracciolo, Castelli–Ailanti, Villapizzone FFSS-Lambruschini, Chiesa-E. Filiberto, Carlo Magno-Alcuino, VI Febbraio, Amendola M1, De Angeli-R. Sanzio, Romolo M2, Toscana-Leoni, Spadolini-Centro Leoni, Maciachini-Marche, Nigra-Castellini, Piazzi-Bernina, Valtellina-Aprica, Bausan-Brofferio, Livigno-Monte San Genesio, Dergano, Vigliani-Scarampo, Zavattari-Tempesta, Teodorico-Gattamelata, Stuparich-Albani e Stelvio-Farini.

17266436448_7876719a77_z

  • shares
  • +1
  • Mail