Weekend fuori porta - Le meraviglie verdi del parco Sigurtà

Parco Sigurtà
La gita fuori porta di questo weekend ci spinge verso est, al di fuori dei confini della nostra regione, fin sulle sponde venete del lago Benaco, meglio noto come Lago di Garda. Dimenticate luoghi caotici come Gardaland perché andiamo a scoprire la pace e le bellezze del Parco di Sigurtà.

Su una superficie che si estende per oltre seicento mila metri quadrati, si sviluppa un giardino che è stato definito uno tra i cinque parchi botanici più belli del mondo. Una ventina di piccoli specchi d'acqua sono immersi nel verde di prati e boschetti, punteggiati di aiuole fiorite praticamente tutto l'anno. Migliaia sono le varietà di piante e fiori che trasformano il Parco Sigurtà in qualcosa di più che un semplice giardino, quasi un museo con oltre quaranta mila opere d'arte viventi.

Aperto da oltre trent'anni, il Parco di Sigurtà affonda le sue origini in un antico parco istituito nel diciassettesimo secolo, che verso la fine degli anni settanta fu accorpato a un giardino moderno. Mecenate dell'operazione fu Carlo Sigurtà che acquisto negli anni quaranta una grande area agricola e, sfruttando un diritto secolare di attingere l’acqua dal fiume Mincio, diede vita al parco, riuscendo a far fiorire le aride colline moreniche.

All'interno del parco è possibile seguire un percorso di quasi 8 chilometri che permette di scoprire tutte le principali meraviglie naturali in esso contenute. L'itinerario, chiamato Degli Incanti, è percorribile a piedi, in bicicletta, con auto elettriche.

Visitare il parco Sigurtà è possibile fino agli inizi di novembre. Il parco è sito a 8 chilometri da Peschiera del Garda, sul sito ufficiale orari, costi per l'ingresso e modalità per arrivare.

Foto | Sigurta

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: