Esondazione Seveso: metro ancora bloccata, danni per 70 milioni di euro

Altissimo mare per quanto riguarda la viabilità e i danni causati dall'esondazione del Seveso: oggi sul Corriere qualche notizia certa, e non sono per niente buone notizie.

La stima dei danni emerge adesso che il 90 per cento dell'acqua è stato drenato dalle stazioni del metrò, ed è un primo bilancio provvisorio: almeno 35 milioni di euro per la linea 3 e altrettanti per la M5 (...) 70 milioni di euro bruciati, (...) I danni sono enormi: «Nelle prossime settimane - spiega un ingegnere - bisognerà ricontrollare l'armamento, l'impianto elettrico, le infiltrazioni...». Il treno rimasto sepolto a Sondrio (6-7 milioni di euro) dovrà essere trascinato fino al deposito di San Donato: smontarlo è impossibile

Pessime notizie anche per la Linea 5, che si sperava di vedere inaugurata a primavera...


Il tracciato della linea 5 era praticamente concluso, le stazioni rifinite, i binari pronti per i test: l'inaugurazione, prevista in primavera, sarà rinviata. Il contratto concede al consorzio M5 il diritto a dilazionare di due mesi la consegna per ogni evento naturale che blocca il cantiere: sono almeno 6 mesi di ritardo per le esondazioni di agosto e settembre

E a guardare le previsioni del tempo per i prossimi giorni, chiosa il corrierone, non c'è da stare allegri. Arriva altra acqua. Su Il Giornale qualche data:

Al momento è stato aspirato dai mezzanini il 90% della miscela di acqua e fango, tra giovedì e venerdì si dovrebbero completare le operazioni. Solo a quel punto si potrà scendere sottoterra per verificare l’entità dei danni a sistema elettrico, binari, impianti e ai treni rimasti sott’acqua per giorni e quindi capire anche quando potrà riprendere la circolazione a Zara e Sondrio e Maciachini, al momento garantita da bus sostitutivi. Deviate ancora le linee 5,7 e 31, potenziata la linea 4

pessimismo totale. Saranno mesi o settimane?

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: