Bottiglieria di via Savona 18: l'occupazione continua tra dichiarazioni infuocate e proteste

Bottiglieria, via Savona, centri sociali, De Corato

Le proteste sono naturalmente quelle dei residenti della rinomata via Savona che, in una calda notte d'inizio estate (l'occupazione risale a metà giugno), si sono trovati uno stabile invaso da alcuni ragazzi accompagnati dai loro cani.

In breve, questi residenti, hanno raccolto centinaia di firme per cacciarli, ma la Bottiglieria continua a resistere e organizzare iniziative particolarmente degradanti e incivili, almeno da quel che dicono i firmatari della petizione che lamentano rumori notturni, schiamazzi, muri imbrattati, auto danneggiate, cani senza guinzaglio, risse... I negozianti sono all'esasperazione e lamentano addirittura un calo dell'attività commerciale.

In mezzo agli scontri di venerdì scorso alla Statale c'erano anche quelli della Bottiglieria occupata (di cui alcuni sono studenti della Statale). L'articolo “Questa è la nostra evidenza”, comparso sul sito degli antagonisti, è una rivendicazione infuocata che non lascia spiragli ai dubbi.

Si invade la Statale. Abbiamo invaso la Statale. Un’ottima confusione. Una moltitudine liquida rimaneva alle porte. Si erano allontanati dalla processione senza aver chiaro cosa stava accadendo. All’interno non si riusciva a contenere in un’assemblea la voglia di infiammare l'aria, di ribaltare qualsiasi funzione della metropoli. La grande assemblea irruente da costruire non è andata perduta, lavoratori e studenti avranno modo di superare le distanze un’altra volta. Rimandavamo scontri e incontri tra di noi. A contare i primi feriti era la DIGOS.

Leggendo il comunicato ( o gli altri post) sul sito della Bottiglieria pare di scorgere richiami dell'ormai mitico discorso fatto trentaquattro anni fa al Parco Lambro in occasione della festa di Re Nudo, uno degli eventi epici della storia di Milano raccontato nel documentario “Nudi verso la follia”, condito però da desiderio di sabotare, infuocare, moltiplicate il danno economico. Di certo non hanno mantenuto un basso profilo e De Corato, che ha sempre avuto il pugno di ferro contro i centri sociali, pare voler rispondere pan per focaccia a quello che considera un affronto da parte del mondo antagonista milanese. La dialettica di De Corato è ormai collaudata:


Centri sociali, anarchici e no global che si mischiano agli studenti per alimentare tensioni contro le forze dell’ordine, invadere e paralizzare il centro cittadino e cercare proseliti tra i giovani. Ecco il vero volto del ‘No Gelmini Day’. Un rito che, da 3 anni a questa parte, si ripete sulle spalle dei milanesi costretti ad assistere al solito copione.

Non è difficile capire da che parte stanno i cittadini. Francamente temo anch'io che questa ricerca diretta dello scontro con la polizia e le istituzioni finisca per screditare le più che legittime manifestazioni contro i tagli alla scuola. Quando in una manifestazione ci sono facinorosi che bramano gli scontri e la violenza il contenuto della manifestazione diviene violento, almeno nella percezione del comune cittadino. Ed è un sentimento che gli amministratori sanno cavalcare alla perfezione.

Purtroppo i ragazzi della Bottiglieria non stanno facendo molto per guadagnarsi credibilità e stima agli occhi cittadini, specie dei vicini di casa. I residenti di via Savona sono realmente alterati per la presenza ingombrante della Bottiglieria, certamente anche per una chiusura loro, per il fatto che alcuni sono troppo snob per entrare in una realtà occupata e partecipare alle iniziative sociali culturali, ma se queste realtà restano isolate e non riescono a “farsi amare” dall'uomo della strada, che è il primo che ha il potere di legittimarle, difficilmente riusciranno ad andare avanti.

Ci sono molte strategie per distruggere questi movimenti antagonisti, alcune di queste strategie non richiedono nemmeno il manganello. Il mio presentimento è De Corato prima se ne servi per infangare i contenuti delle proteste legittime, poi, quando ormai hanno svolto la loro funzione, li annienti.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: