Secondo il New York Times sei un vero "insider" milanese quando...



L'autorevole New York Times è la bibbia dei trend setter, ogni suo articolo corrisponde ad una specie di versetto della Bibbia per tutti quelli che hanno a cuore il lifestyle e la cultura urbana. Ma torniamo a Milano, la nostra città, celebrata per il suo lifestyle, l'essere sempre stilosa e chic. Sulla pagina della "cultura" Mr J.J. Martin ci sfodera un perfetto vademecum per diventare un vero insider milanese. Un illuminante elenco dei "must do" a cui un vero milanese non rinuncia mai.

Ordinare una bici su misura da Cicli&Co, per esempio, o ancora fare l'aperitivo allo Zucca in galleria, dotarsi di pregevole coltello a Controvapore, essere invitati allo spazio di Rossana Orlandi per un cocktail la domenica, prenotare un tavolo al Bulgari o andare all'Anteo per un film non commerciale. Pare che sia ben visto anche sottoscrive il progetto "Siamo Milano" il primo "urban cheerleading team" milanese.

Altri "utili" consigli capeggiano nell'illuminante articolo di cui non potremmo mai più fare a meno, tipo: non ordinare mai il pesce a ristorante di lunedì, negoziare sempre in qualsiasi negozio, rassegnarsi al metal detector di Linate che non funziona mai e, infine, il migliore: mai rimanere in città durante il fine settimana. Per andare dove? Curma? Santa, Saint Moritz... fate voi. E voi avete qualche suggerimento per J.J.?

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: