Piccola traversata dell'hinterland: da Bresso a Desio tra fabbriche abbandonate e ndrangheta (prima parte)

Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino

Dopo la piccola traversata da Bollate ad Arese decido di avventurarmi in un tour giornaliero in direzione di Desio, uno dei paesi della Brianza coinvolti nell'”Operazione Infinito”, il blitz estivo con cui i carabinieri arrestarono oltre 150 persone legate alla ndrangheta. A Desio la situazione è più pesante che altrove: dopo il coinvolgimento di alcuni consiglieri comunali, la giunta si è dimessa in toto. Chiaro che dire “c'è del marcio in Brianza” è riduttivo.

Opto per andarci con i mezzi pubblici. Il tram Niguarda – Desio (via Cusano) è una tramvia storica, credo l'unico esempio milanese di tram con tre vagoni separati. Questa linea, che in origine arrivava a Giussano, fu inaugurata alla fine del 1800 poi, poco alla volta, ridotta.

Quasi tutta è su corsia preferenziale e su binario unico tranne un breve tratto doppio che consente ai due tram che battono la tratta di incrociarsi. È facile pensare che stia percorrendo la strada della soppressione. Anche nelle ore di punta la linea è poco frequentata a causa di una lentezza clamorosa...

Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino

Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino

Da tabella, per fare tutto il tragitto da Niguarda a Desio, ci impiega circa un'ora e venti. Questo perché il tram - per alcuni lavori che si procrastinano da mesi - viaggia ad una velocità risibile.

Come se non bastasse, oltre all'autista, è necessario una sorta di capotreno che controlla che non ci sia nessuno in procinto di salire o scendere. Perché questo? Perché mancano gli specchietti retrovisori. Naturalmente – penserete voi ingenuamente – il capotreno controllerà anche i biglietti...

Ovviamente no, il suo compito è solo quello di gridare “Chiudi” al manovratore. I frequentatori del tram sono soprattutto lavoratori stranieri o persone che che devono fare qualche fermata per compere, anziani e studenti. Il biglietto in questa tratta è un optional, d'altronde i controlli, che spetterebbero ad ATM, sono inesistenti. Mi fa strano vedere una persona distinta, in giacca e cravatta, diretta a Desio. Legge nervosamente “Il Fatto Quotidiano”. Una volta resosi conto della lentezza del tram decide di scendere per chiamare un taxi, imprecando contro la maledetta idea di utilizzare i mezzi pubblici.

Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino

Partendo da Milano Niguarda, il primo paese ad essere attraversato dal tram è Bresso. Non c'è una vera e propria separazione con la città se non una piccola striscia di parco Nord. Come molti paesi della zona, nei primi anni del 900' Bresso venne “sconvolta” dallo sviluppo industriale. Si aprirono filande e setifici. Ma il boom vero e proprio di fabbriche giunse tra gli anni 60' e 70', anni in cui la popolazione triplicò, per poi assestarsi negli anni della terziarizzazione. Ora le fabbriche, alcune dismesse, altre attive, altre ancora riadattate, spuntano come funghi, in un parchetto, dietro un muro, lungo un'intera via perpendicolare a quella percorsa dal tram. Per gli amanti dei giri canonici, quelli da guida Touring Club, curiosa è la Madonna del Pilastrello, una chiesetta buttata in mezzo alla strada. Per il resto ci sarebbe da vedere l'aeroporto.

Sì, a Bresso c'è un aeroporto civile destinato ai voli turistici ma che nel passato ebbe un importante ruolo militare...

negli anni ’30 e durante la Seconda Guerra Mondiale l’aeroporto di Bresso fu sede di tre stormi da caccia incaricati della difesa aerea di Milano. Continuò inoltre ad essere base di collaudo per la Breda, che sul lato sud vi costruì anche una galleria del vento a supporto della progettazione dei velivoli da essa prodotti.

(1/2)

Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino
Piccola traversata dell'hinterland: Bresso e Cusano Milanino

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: