Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

E alla fine ci sono andato, alla Critical Mass di San Lazzaro, sabato 18 dicembre: al motto di "alzati e pedala!" ho sollevato le mie terga da un comodissimo divano nel quale, fantozzianamente sprofondato, digerivo sereno e al calduccio: per bardarmi con un paio di maglioni e salire in bici alla volta di piazza XIV maggio.

Non ero mai stato a una Critical Mass: principalmente per pigrizia, perché è un genere di movimento che mi ha sempre ispirato simpatia quello dei criticalmassisti. Arrivo e scambio subito due parole con Rocco, il ragazzo che insieme ad altri in una notte ha costruito quel bizzarro mezzo a due piani che vedete nelle foto.

Aspettiamo un po' in piazza, si parte con molta calma rispetto all'orario del flyer, ma appena si parte, è subito una festa in movimento che travolge anche la rabbia degli automobilisti. Molti sopportano, qualcuno se la prende, ma i suoi cinque minuti di stop in un pomeriggio festivo, sono un minuscolo contrappasso...

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

... un minuscolo contrappasso per le frequenti occasioni in cui un ciclista rischia la pelle in giro per Milano. Il percorso che prendiamo parte da piazza XIV maggio e prosegue sulla circonvallazione interna verso Porta Romana, e poi di nuovo verso Porta Venezia. L'andatura è tranquilla, i blocchi ai semafori durano pochi minuti.

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

Si fa amicizia in fretta: se non ci siete mai stati andateci anche da soli. Io ero più o meno solo - mi aveva tirato in mezzo un nuovo amico, ma ognuno andava per i fatti suoi nel corteo, ci si incrociava ogni due/tre semafori - ma subito anche con gente mai vista prima è scattata una bella solidarietà, chi c'è stato penso possa capire.

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

Il giro prosegue: in Porta Venezia - militarizzata - si gira in Buenos Aires per un tratto. Poi, dietrofront: si imbocca il controviale da piazza Oberdan proseguendo ancora verso piazza Repubblica. E poi ancora verso il centro, passando per viale Crispi. E di lì poi verso Brera... un giro senza fine, il percorso lo vedete nella gallery.

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

Ho salutato la massa dalle parti della Stazione Centrale, dopo aver intravisto il termometro in piazzale Loreto, che segnava un tragico -1: erano le 18.30, km percorsi ignoti, sicuramente parecchi. Se non ci siete mai stati per pigrizia come me, fateci un salto: si trovano tutti i giovedì sera in piazza Mercanti.

Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!
Foto: Critical Mass San Lazzaro 2010, alzarsi e pedalare!

  • shares
  • +1
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: