Area sotto sequestro presso Bisceglie: terreno sempre più tossico ma le residenze “sembrano” in vendita

area sotto sequestro bisceglieSu Repubblica di qualche giorno fa mi è capitato di vedere la pubblicità di Residenze Parchi Bisceglie srl., l'isola residenziale all'interno dei 50 ettari del Parco Occidentale a ovest di Milano. Si annunciava ampio spazio riservato e protetto, costruzioni in classe A, massimo comfort interno e totale rispetto dell'ambiente. C'è qualcosa che non torna, mi sono detto. “Ma quella non è mica l'area posta sotto sequestro (dall'11 novembre, quindi data di molto antecedente all'uscita della pubblicità) per i rifiuti tossici?”.

In effetti lo è, tra l'altro il Corriere di oggi ci offre ulteriori delucidazioni sulla vicenda della falda Calchi Taeggi. E non sono belle notizie. Nell'ex cava di Garegnano, secondo l'Arpa, sarebbero stati seppelliti rifiuti tossici che avrebbero inquinato le falde acquifere di terreni destinati ad uso residenziale. Sembra ovvio che per molto tempo su quest'area non ci si potrà vivere, tanto meno costruire palestra asilo nido, centro di aggregazione e residenza sanitaria assistenziale, come recita la pubblicità. Inoltre, precisa il Corriere:

(le cooperative edilizie) rischiano di dover restituire gli anticipi già versati dai soci, a causa del sequestro del cantiere come dell'intera area.

La cosa si fa grave perché nelle indagini sarebbero coinvolti anche funzionari pubblici rei di avere concesso autorizzazioni con estrema facilità. Molti sapevano che non era stata effettuata un'opportuna bonifica del terreno, ma semplicemente una messa in sicurezza. Eppure i lavori sono iniziati, sicuramente sperando che della montagna dei rifiuti tossici a due passi da Bisceglie non saltasse fuori nulla, nonostante il comitato Calchi Taeggi denunciasse il fatto già dal 2008.

Sul sito internet ufficiale (indicato dalla pubblicità) non viene detto niente dei sequestri, però sono state tolte le date di inizio, fine lavori e consegne. Provo a chiamare la DEIM srl; parlo con un geometra, comincia una serie di fraintendimenti e alla fine si conclude che c'è stato un errore nel piazzare la pubblicità. Alla fine è Miwest a partire, e non Mivillage, ma loro pare non sapessero nulla dell'errore...

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: