Segnalazioni dei lettori: i bagni aperti e lucchettati della stazione Amendola MM1

Segnalazioni dei lettori: i bagni aperti e lucchettati della stazione Amendola MM1

Manuele Mariani ci ha scritto - mandandoci un paio di foto - dei bagni della stazione Amendola Fiera della MM1. Un piccolo caso di doppio legame applicato alla toilette

c'è scritto "bagni aperti"... però la porta è lucchettata

La segnalazione di Manuele ci permette però di allargare un po' il discorso ai bagni pubblici e quelli della metropolitana milanese. Un paio di mesi fa ero sulla gialla e avevo bisogno di un bagno: scendo alla fermata Montenapoleone pensando: "Figurati se non c'è un bagno pulito come una sala operatoria, siamo a due passi da via della Spiga, da via Manzoni...". Eh: figurati sì.

Segnalazioni dei lettori: i bagni aperti e lucchettati della stazione Amendola MM1
Segnalazioni dei lettori: i bagni aperti e lucchettati della stazione Amendola MM1
Segnalazioni dei lettori: i bagni aperti e lucchettati della stazione Amendola MM1

Trovo il bagno pubblico del mezzanino, è a pagamento ma va bene, non c'è problema: cerco della moneta, mi accorgo che è guasto. Guardo meglio: forse m'è andata anche di lusso, a prima vista sembrava una versione milanese di "The worst toilet in Scotland", se vi ricordate del film Trainspotting.

Allungo il passo, trovo un bar e risolvo tutto lì: ma perdendo il triplo del tempo. La stessa identica cosa mi era capitata la sera in cui salimmo sopra la Galleria Vittorio Emanuele alla fermata Duomo: anche lì, pensavo "Ma dai, impossibile che non vadano i bagni sotto la metro in Duomo". Non andavano.

In quel caso, la salvezza furono i servizi di McDonald's, unico cesso pubblico e veramente democratico della città. Niente soldi, niente domande, niente caffè da prendere che sennò il proprietario ti guarda male. In tema, utile rileggersi il vecchio post sui bagni pubblici a Milano e un'altra cosetta che avevamo fatto tempo fa.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: