Paolo Sarpi - La comunità cinese festeggia l'anno del Coniglio

Paolo Sarpi
Fino a gennaio dello scorso anno abitavo a due passi da Via Paolo Sarpi e nonostante la nota ritrosia della comunità cinese a socializzare (al di fuori degli scambi economici) ammetto che mi manca la strana atmosfera che si respira in quella zona, differente rispetto agli altri quartieri multietnici di Milano (nei mesi successivi sono passato da Via Padova alla Barona). Sicuramente uno dei momenti più belli da stiamo per entrare nell'anno del Coniglio e saranno oltre 20000 i cinesi "milanesi" pronti a festeggiare l'anno nuovo con feste, concerti e gli immancabili fuochi d'artificio, fino all'evento più atteso della sfilata dei draghi prevista per sabato 12.

Secondo lo zodiaco cinese i nati sotto il segno del coniglio sono persone di grande talento e sono ambiziosi; dimostrano notevole capacità negli affari. Si saluta così l'anno della tigre, con una celebrazione che durerà ben due settimane. La tradizione vuole che oggi le famiglie festeggino in casa e alla mezzanotte i mortaretti saluteranno il nuovo anno in modo decisamente rumoroso.

La festa prosegue giovedì 3 in Bicocca dove alcuni studenti, in gemellaggio con la ChongQing University, organizzano una festa serale. Il 4 marzo Xian Zhang dirigerà un concerto della Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, mentre la sera di domenica 6 febbraio al Teatro degli Arcimboldi il soprano Lu Wei canterà brani musicali cinesi tradizionali e moderni. Mercoledì 9 si torna al Teatro Dal Verme per uno spettacolo di balli e canti tradizionali cinesi, mentre la Danza del drago chiuderà le feste in piazza Duomo sabato 12 a partire dalle ore 15.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: