C'è posto per gli chauffeur a Milano? Il caso dell'autista aggredito da alcuni tassisti

Milano citycab taxi

Siticab… come scusa? Ah, Citycab! Durante le Settimane della Moda (ma non solo) avrete visto anche voi dei taxi londinesi Austin "fuori sede" per le vie di Milano: sono i mezzi di una società con sede nella nostra città che si propone come servizio di chauffeur di pubblica utilità.

In un mercato "monopolizzato da prezzi elevati e bassa qualità, offrono un alto standard qualitativo nel pieno rispetto dei costi" almeno così leggiamo sul loro sito www.citycab.it. Un'offerta rivolta a una nicchia che tuttavia a Milano sembra avere infastidito i tassisti.

Leggete per credere il lungo articolo di Sara Regina sul "Corriere" di ieri: il 19 febbraio uno chauffeur della Ciycab pare sia stato «aggredito, insultato e picchiato da un gruppo di tassisti che l'hanno scambiato per un "abusivo"». Il Satam (il sindacato dei tassisti) ha stigmatizzato l'episodio.

Immagine | www.citycab.it

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: