Se la borsa odia lo smog: l'inquinamento atmosferico influenza i mercati?

inquinamentomilano A Milano l'aria non è buona: si respira maluccio. Provvedimenti radicali contro l'inquinamento dell'aria però sarebbero impopolari per alcune categorie: pensate ai commercianti per esempio, li vedo già sul piede di guerra ad affilare l'ascia. E non solo loro... un po' per senso comune si tende a ritenere che i provvedimenti anti-inquinamento danneggino il business, il commercio.

Bé a quanto leggo su uno dei blog di Boston.com è esattamente l'opposto. La borsa soffrirebbe l'aria inquinata. Uh? Vediamo meglio

Uno dei consueti argomenti con cui si evita di regolamentare rigidamente l'inquinamento atmosferico, è quello secondo cui si danneggerebbe il business. Ma, ironia della sorte, un nuovo studio sostiene che l'inquinamento dell'aria colpisca il business al cuore: nel mercato azionario. Analizzando gli indici giornalieri di diverse borse per dieci anni, gli autori dello studio hanno verificato che nelle giornate in cui la qualità dell'aria era peggiore i rendimenti erano stati generalmente più bassi.

Lo studio è di Levy, T. and Yagil, J. e si intitola “Air Pollution and Stock Returns in the US,”, si legge un excerpt su ScienceDirect.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: