Mangoni for president: le foto del comizio elettorale


Lui negli Elio e le storie tese è come il quinto Beatles. Non suona, ma è parte integrante della formazione capitanata da Elio con il quale è uso fare esperienze "di arte e avanguardia". Senza il suo apporto fisico non esisterebbe il leggendario SuperGiovane ed e' noto che gran parte delle migliori idee del gruppo provengono dalla sua immensa creatività.

Ma Mangoni rivendica il suo essere persona rispettabile che paga le tasse e si indigna perchè "non vuole più vivere in una città illiberale governata dalla madre di Batman", questo almeno lo diceva nel suo video di "discesa in campo" che abbiamo pubblicato ieri.

E forse non tutti sanno che il Grande Escluso (come ebbe a definirlo Elio quando ricordò la sua assenza a Pippo Baudo sul palco del Festival di Sanremo nel 1996) da persona rispettabile opera quotidianamente come architetto.

Mangoni for president
Mangoni for president
Mangoni for president
Mangoni for president

Tra i suoi molti lavori il più noto è la Mangoni Tower, un edificio residenziale in via Nervesa a Milano costruito tra il 1995 e il 2000. Ma Mr Mangoni è noto per essere uno specialista in tema di urbanizzazione e nella gestione di tutti i "servizi" sotterranei che accompagnano ogni cantiere civile o industriale.

Ieri ha ufficializzato la usa scesa in campo con Milly Moratti nella corsa per Pisapia sindaco, davanti ad una folla quasi interamente composta da studenti (la Statale era lì di fianco) e fan. Un comizio in perfetto stile no-sense supportato da un gruppo di mariaci che oltre ai classici stornelli messicani ha intonato anche "O mia bela madunina" e l'inno nazionale. Naturalmente non poteva mancare l'amico Elio che lo ha annunciato, e successivamente accompagnato per un interminabile bagno di folla.

Mangoni for president
Mangoni for president
Mangoni for president
Mangoni for president
Mangoni for president

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: