Beic Porta Vittoria, addio alla biblioteca europea?

beic milano quale futuro

Circa un anno fa mi ero appassionato alla BEIC, la stupenda biblioteca che avrebbe dovuto sorgere in Porta Vittoria. Già allora i dubbi sulla conclusione dei lavori erano molti: tutti derivavano da un dato banale, niente soldi da mettere a bilancio per chiudere la faccenda, niente finanziamenti, e per chiudere i lavori - un anno fa, non so ora - servivano 260 milioni di euro.

Poco fa finisco su un'intervista a Stefano Boeri in cui spiega che effettivamente non ci sono speranze, niente "superbiblioteca" in Porta Vittoria, tutto bloccato.

il trasferimento dell'Accademia di Belle Arti nell'ex caserma di via Mascheroni, e la mega biblioteca europea di Porta Vittoria che vede Palazzo Marino tra i soci promotori. Tutto bloccato perché di finanziamenti non c'è traccia. «Sul progetto Brera il Comune può giocare il ruolo di "facilitatore" – dice il neoassessore –, ci sto riflettendo, ma certo bisogna anche interrogarsi su cosa abbiano fatto fino a oggi alcuni vertici del progetto che oggi lamentano il vuoto di risorse». Quanto alla Beic, «si tratta di un investimento cospicuo e direi impossibile per l'attuale situazione di bilancio»

Ok, ma quindi nell'area tra viale Molise e viale Umbria che cosa si fa? Su Repubblica Milano si parlava di vendita dei terreni, ma era un anno fa. Sul sito BEIC c'è una rassegna stampa degli ultimi mesi, dove domina l'incertezza, e un'altra ipotesi: quella di spostare altrove il progetto.

Se sapete qualche altra novità, raccontatecela nei commenti.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: