Milano Sound: una settimana di concerti a Milano da lunedì 11 luglio a domenica 17

concerti luglio

Ogni lunedì che si rispetti è consacrato alla rubrica Milano Sound nella quale cerchiamo di suggerirvi qualche idea per le serate dal vivo a Milano e dintorni. Questa volta vediamo che cosa ci offre il menu per la settimana che va da stasera, lunedì 11 luglio, fino a domenica prossima, il 17.

Lunedì 11
Se vi piace il country una gita al Live di Trezzo per il concerto di Darryl Worley, nuova stella del country contemporaneo, è alquanto auspicabile. Al Magnolia rinviato ad oggi lo spettacolo che doveva tenersi ieri, domenica, che causa maltempo è stato annullato. Put a Flower in your hand, dove i nomi tutelari della scena indie rock milanese si alternano sul palco per omaggiare la psichedelia di quegli anni: Pink Floyd, Rolling Stones, The Zombies, Beatles.

Martedì 12
Oggi giornata difficile. Più che altro difficile decidersi tra questo poker di proposte, (quasi) tutte sopraffine. Il primo appuntamento della serata è quello con il trittico hip hop composto da Cypress Hill, Public Enemy e House of Pain, sicuramente l'evento hip hop della stagione, uno di quei concerti dove si salta dall'inizio alla fine. Ancora, c'è il Flippaut Alternative Reload che sfodera il concerto degli attesissimi Strokes. Insieme a loro i Verdena. Mica Male. Pensavate fosse finita? Allo stadio San Siro il gruppo teen-non-più-teen dei Take That, con Robbie Williams ovviamente. Last but not least i danzerecci Planet Funk al Magnolia.

Mercoledì 13
Apriamo le segnalazioni con l'appuntamento decisamente più evocativo: sul palco dell'Arena sale l'icona anni '80 Cindy Lauper, colei che ha incantato generazioni con hit immortali: 'Girls Just Want To Have Fun', 'Time After Time', 'True Colors' e 'All Through The Night'. Qualcosa di più tranquillo? Una bella serata in Villa Arconati con Adriana Calcanhotto che intona musica "popular Brasileira" insieme a Vinicius Cantuaria, altro divo della canzone carioca.

Giovedì 14
Anche oggi un bel tris d'assi. Giuliano Palma attirerà al Magnolia, come falene sul neon, giovani da tutta Milano desiderosi di scatenarsi il suo irresistibile ska. Poi le fanfare di Goran Bregovic a Villa Arconati. Ma c'è dell'altro. Per esempio Bireli Lagrene, chitarrista prodigio di origine tzigana all'orto botanico di Valvassori Peroni. Per il Jazzin Festival all'Arena c'è Stefano Di Battista prodigio del sassofono.

Venerdì 15
Tanta roba anche stasera. I gloriosi Marta sui Tubi, freschi di nuovo album, tanto per cominciare. Un po' fuoriporta, ma chissà che ne valga la pena, il concerto per il Perofestival di Patrizia Laquidara, famosa per quella sua vocina così delicata e particolare da far innamorare a primo ascolto. Infine gli amanti del jazz con la J maiuscola all'Arena suonano i Suolbop, ovvero il quattro volte vincitore del Grammy award, Randy Brecker e Bill Evans, sassofonista top.

Sabato 16
Un sabato con le atmosfere rarefatte di Vinicio Capossela che intona i canti di mare e balene del suo ultimo album. Succede all'Arena. Appena fuori Milano, a Gessate, si svolge il Solidar rock, se vi va di macinare qualche chilometro per vedere i Perturbazione. Al Magnolia suonano on stage i Serpenti, talentuoso gruppo milanese.

Domenica 17
Chiudiamo questa intensa settimana con l'altra metà di Garfunkel, ovvero Paul Simon , protagonista jazzin dell'Arena Civica. Niente male, sopratutto per il fatto che segue ad un suo nuovo disco "So Beautiful Or So What".

  • shares
  • +1
  • Mail