ATM vertici azzerati, addio Elio Catania

eliocatania dimissioni atmI vertici di ATM in via di azzeramento: addio Elio Catania. Va detto che durante la sua gestione non è che si fossero sprecati gli elogi, in tanti ne hanno chiesto le dimissioni negli anni passati. Ora dovrebbero arrivare davvero, secondo quanto riporta Dago. Giuliano Pisapia avrebbe intenzione di piallare i vertici ATM, ma non quelli di SEA...

secondo i bene informati, il sindaco Pisapia ha deciso stamattina di azzerare i vertici di Atm, mandando via Catania e forse altri top manager. L'azzeramento o è motivato da giusta causa (e allora vuol dire che hanno trovato magagne) o pagano una bella penale come indennizzo (e chi paga? I citizens!). Nessuno ha finora stuzzicato Giuseppe Bonomi, presidente e direttore generale di Sea, che guadagna oltre 600mila euro all'anno, di cui 76.644 come presidente e il resto come direttore generale. Che tanta tranquillità intorno a Bonomi sia figlia dell'amoroso rapporto che l'avvocato volante ha con il neo direttore generale del Comune Davide Corritore (recentemente nominato da Pisapippa con uno stipendio lordo di 210mila euro annui)? L'ex sondaggista (Swg) passato alla politica, il 16 luglio scorso ha espresso parole di apprezzamento per Bonomi, dichiarando testualmente ad Affaritaliani che "con Bonomi c'è consonanza di ideali" (mentre non sembra che ce ne sia altrettanta con Catania).

Qui il pezzo completo.

Update ore 16.15: tutto confermato, revocato il cda di ATM, la decisione sarà ufficializzata al termine della seduta di giunta di oggi pomeriggio in cui si approverà anche l'aumento del biglietto ATM a 1,55 1,50 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: