Quando lo sviluppo edilizio sfregia lo skyline milanese



Siamo ormai abituati a vedere scempi come questi in città. Rassegnati allo sviluppo verticale incontrollato che negli anni del boom economico ha sfregiato per sempre la città rendendola irregolare e disordinata.

Nonostante gli anni del boom siano andati da un pezzo, esempi come quello in foto sono duri a morire. I recenti condoni per la costruzione di piani aggiuntivi è l'esempio che a molti milanesi ha fatto tremare i polsi.

Certo con le nuove costruzioni uno si aspetta una rottura con il passato: altezze morigerate, palazzi più piccoli e più belli. Aspettative disattese dalla constatazione che al brutto non c'è mai fine. Mi chiedo come il piano regolatore permetta ancora tale sviluppo incontrollato.

Siamo in zona est di Milano, ma potrebbe essere in qualsiasi altra periferia. Succede anche da voi che nuove costruzioni si prendano cospicui pezzi di cielo?

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: